CANTASTORIA

CUARANTECUATRI GJATS IN FILE X CUATRI CUN IL REST DI DOI

CANTASTORIA Al ere il timp là che Barbara Ferigo e cjantave Cuarantecuatri gjats, al ere il sessantevot, cun chest colegament Giorgio Olmoti, storic furlan, al tache il so viaç dilunc la storie dal nestri Pais, par contânus lis so vicendis a traviers la cjançon, lis strichis, lis fotos e lis peliculis. Cantastoria al è un libri di lei dut intune volte par cirì di capì la nestre storie, cemût o sin rivàs fintremai cumò e in dulà o stin lant.

😎

Pubblicato da

3 commenti su “CANTASTORIA”

  1. Ecco come inizia il libro CantaStoria di Giorgio Olmoti.

    PREMESSA. UN PO’ PER SCHERZO MA NEMMENO TANTO

    [ testo della canzone – Quarantaquattro gatti ]

    Alla decima edizione dello Zecchino d’oro vince Quarantaquattro gatti, cantata dalla piccola Barbara Ferigo. L’anno è il 1968 e quei gattini che si riuniscono nella cantina di un palazzone già ci raccontano l’Italia che, a Miracolo economico bell’e finito, fa i conti con un’edilizia popolare che ha visto crescere nelle periferie delle grandi città, nel nome di speculatori e faccendieri, immensi quartieri dormitorio. A riempire quei palazzoni è arrivata la manodopera a basso costo, che soprattutto tra gli anni Cinquanta e i Sessanta ha abbandonato le campagne. Per inseguire il sogno di una vita migliore. E i gatti? Hanno fatto immediatamente loro la nuova dimensione urbana e sanno come muoversi in quel ritrovo sotterraneo. Sono felini del loro tempo. La riunione è, il testo risulta esplicito in tal senso, organizzata, e serve a fare il punto sulla situazione, sul presente di randagi costretti a fare i conti con una quotidianità senza certezze…

  2. CANTASTORIA
    Cinquant’anni della nostra storia
    attraverso le canzoni

    di Giorgio Olmoti

    ZONA 2009
    pp. 160 – EURO 15
    ISBN 978 88 6438 002 5

    in libreria dal 25 maggio 2009

  3. Pingback: cantastoria

I commenti sono chiusi.