Cippo Emilio Comici

Val Rosandra…

Cheste e je une biele cjaminade di 11 K e D+ 300 m, che e tache dal parcament de “ciclopedonale Cottur” dilunc la sp 11 bandis Triest e nus puartarà fintremai al “cippo Comici“, il monument in onôr dal grant rimpinadôr talian che intai agns ’30 e ’40 dal secul passât al jere impegnât a puartâ indenant il nivel de dificultât al sest grât… fat il sotpàs si cjamine dilunc une biele e largje strade di glerie che nus puartarà a passâ denant de viere stazion dai trens di S. Antoni di Moccò e po’ dopo dongje dal paîs di Hrvati… passât un arc si rive li de crete de “Piçule Ferovie” e lant indenant e passadis dôs galariis si rive ad une crosere cuntune stradute cementade che e va di ribe jù viers Bottazzo… cjapant cheste stradute in font si svolte a drete indulà che e je la tabele pe glesiute di S.Marie in Siaris… da chì il troi al è ben segnât e si rive fin ae biele glesiute… di li si va indenant dilunc un teren di claps e cretis ben segnât cun bolins che nus puartin fin insom indulà si cjate la piçule piramide dedeade a E. Comici… dopo vêlu saludât cuntun mandi o podìn gjoldi di une biele viste de valade e des cretis dongje… tant che la parêt dai Falchi, la mont Stena e lis cretis par lâ a rimpinâsi… in some, une biele cjaminade indulà ombrene e soreli si alternin in graciis dai arbui che a son dilunc dal troi tant amât dai triestins… inalore…
Buinis cjaminadis a ducj, mandi !

Tancj Auguroncici

…tancj auguroncici, Andrian !!!

Fin culì, di rif o di raf, o soi rivât… inalore sperin di lâ indenant ben ancjemò par cualchi an… fasintsi fuarce simpri cuntune preiere…
savint che… o deventarai vieli… i respiri parsore…
savint che… o podarai inmalami… i respiri parsore…
savint che… o prin o dopo o varai di lâ ancie jo… i respiri parsore…
savint che… o pierdarai ducj i miei afiets plui cjârs… i respiri parsore…
savint che… o puartarai di là dome ce che o ai fat … i respiri parsore…
savint che… o ai voie di jessi simpri cussint … i respiri parsore…
savint che… o vuei il ben di ducj… i respiri parsore…
savint che… o saludarai simpri cuntun biel mandi… i respiri parsore…

Qui sono sulla Cima di Terrarossa _ altopiani di Montasio

😎

European Mobility Week 2022

Migliori connessioni

16-22 Settembre 2022

Il tema annuale della SETTIMANA EUROPEA DELLA MOBILITÀ 2022 è “Migliori connessioni”. Con questo tema si cerca di evidenziare e promuovere le sinergie tra le persone e i luoghi.
In particolare quelle persone che stanno offrendo la loro esperienza, creatività e impegno per:
aumentare la consapevolezza sulla mobilità sostenibile,
per promuovere il cambiamento comportamentale a favore della mobilità attiva,
raggiungere e creare connessioni tra i gruppi esistenti e il nuovo pubblico.
I cinque pilastri individuati per le “Migliori connessioni” sono:
Le persone
I luoghi
Il trasporto pubblico
La pianificazione
La politica.

European Mobility Week

Better Connections

Nell’ambito della Settimana Europea della Mobilità vorrei proporre questa iniziativa che sta a cuore a tutti i pattinatori . . .

. . . ERA – DAY . . .
ovvero
European Rollers Action – Day

 European Rollers Action - DAY L’idea sarebbe quella di scegliere una giornata in cui trovarci tutti insieme, magari ogni anno in una città diversa, per manifestare e sostenere il pattino come mezzo di trasporto ecologico… che ne pensate?

The idea would be to have a Day where we can meet each other, perhaps every year not in the same city, to demonstrate and support the skate as an ecological means of transport…
what about that?

Your opinion in the comment below… tnks. . .

Creta di Timau

Ch’e vadi il to pinsîr a ce che plui ti è cjâr… come il miò sunâ libar e clâr…

Cuant che, domenie passade 21/08/2022, o soi rivât a casere Pramosio Alte tor lis 09H45 al jere biel za cjaldut, l’aiar al soflave ben e il parcament al jere cuasi dut plen ma par fortune o ai cjatât un puest… tor lis 10H00 o soi partît dilunc il troi CAI402 par là sù al lât di Avostanis ma cheste volte la prime tape nol jere il lât ma la Crete di Timau che cuant che tu tu rivis a Cleulis tu tu la viodis denant biele e imponent… passade la malghe delle Manze e pôc prime di rivâ al lât o ai cjapât un troi a cjampe che al puarte fin sù la cime de Crete e daspò plui o mancul une cuarantine di minûts o ai tacât la parêt furnide di cuarde di açâl rivant cussì insom de Crete pôc prime di misdì… di lassù in graciis di un cîl net si podevin viodi dutis lis mont… il Colians al faseve biele mostre di se propit li denant ma slungjant il voli fin là jù si podevin ancje viodi la Tofane il Pelmo e di chê altre bande il Mangart e il Triglav e tantis altris montagnis… un spetacul bielonon… cuant che o soi rivât in cime l’aiar al jere bielzà cuietât e no jere int ma daspò une mieze orute si jere in une cuindisine di personis… dutis impegnadis a fâ lis fotos e a nomenâ lis monts che si rivavin a viodi, tant che un zovin al à fat svolâ il drone… dopo vê mangjât e vê polsât un pôc e saludadis lis bielis fantatis di Udin o soi lât viers la siele di Avostanis cjolint un troi ch’al traverse e al puarte parsore dal lât fin lì de crete prin des rivis de mont Avostanis… achì bisugne fâ un grum di atenzion stant che il troi al zire ator de crete lant prime sù e po dopo lant di ribe jù viers la siele e deventant une vore stret, esponût e plen di jerbe… rivâts li de siele il plui al è fat… e o ai podût tacâ la mont Avostanis rivant in cime dopo vê fat une ribe in sù avonde tirade… de piche, dividude jenfri Italie e Austrie, o ai potût gjoldi di un biel panorame sù la valade austriache e di un biel grifon che al svolave in cîl cun lis sôs alis tant largjis… di chì dute ribe jù fin al lât che tor lis trê al jere plen di int, frutins e cjans tant che sù la parêt li dongje cualchidun al tacave a rimpinâsi… in sumis o pues dî che e je stade une zornade bielonone ma ancje une zornade, par me, storiche stant che o soi rivât a meti insiemi dôs cimis di passe 2000 m… une biele sodisfazion… inalore…
Buinis cjaminadis a ducj !!! 🗻

Cjalait achì dutis lis fotos de cjaminade

Mont San Canziano

…valli del Natisone…

Daspò vê parcât la machine dongje il domo di S. Pieri dai Sclavons ( COORD: 46.12968954831961, 13.487701495557747 ) si cjape la strade che e puarte ae tratorie Le Querce e a chì si cjôl, a cjampe, il troi CAI 749 e si va indenant par plui o mancul 2 Km fin a cjatâ a drete il troi CAI 749a che nus puartarà fintremai al pas di Sant Canziano di lì cjolint il CAI 755 si rive, bot e sclop, dopo vê fat un toc di ribe sù, in cime a la mont San Canziano / svét Kocjàn – 723 m. In cime a chest mont o varês la biele sorprese di viodi chel ch’al reste di une viere glesiute dute fate in piere.

«La vista che si gode da quella vetta – scriveva nel 1912 Ivan Trinko – è magnifica: buona parte della pianura friulana, molte dirama­zioni delle Giulie di qua e di là dell’Isonzo, tra cui il gruppo del Krn, il prossimo Matajur, il Mia, la catena Stol – MonteMaggiore dietro la quale fan capolino il Prestreljenik ed il Canin»

La devozion a Sant Canziano ( svét Kocjàn in sloven ) e à dât vite al cognon Cocean, Coceani, Coceano, che si cjate inte zone dal Friûl a soreli jevât indulà che il Sant al jere plui cognossût e venerât…

Cheste e je une cjaminade une vore biele plene di storie e culture e ancje no masse lungje par vie che il troi al passe dut intal bosc cussì no si à il soreli simpri in batude parsore dal cjâf, ed in dut a son une dozene di km cuntun D+ 550 m par la cuâl no varessin di jessi problemis par EE…

Buinis cjaminadis a ducj !!!