GLESIE FURLANE

FUARTE @ F R I U L IDOC

Obietîf di Glesie furlane ( glesiefurlane.org ) al è chel di cognossi, studiâ, promovi, valorizâ cun ricercjis, publicazions, incuintris dut ce che al rivuarde la dimension religjose te culture furlane cirint tant traviers lis fonts storichis che la realtât contemporanie. …par la cuâl la associazion e à cjapât cun plasê la pussibilitât di partecipâ a la prossime edizion di Friuli Doc dai 17 ai 20 di Setembar 2009….
… L’apontament al è duncje di joibe ai 17 fin domenie ai 20 di Setembar sot dal tendon di place Venerio, daûr de glesie di Sant Francesc, dulà che i visitadôrs a podaran cjatâ ancje i libris di pre Antoni Beline (1941-2007), ma no dome, domandant informazions e podint cognossi miôr cheste associazion che e cjale al avignî dal Friûl di vuê cence dismenteâ il patrimoni inestimabil che al ven da la tradizion dal Patriarcjât di Aquilee.

o zontarês che si podaran incuintrà ancje chei de redazion de Patrie dal Friûl par la cuâl al è un ocasion di no pierdi 😉

Sperin di cjatâsi ducj là, sot dal tendon di place Venerio!
Fuarce Friûl !

«O ai cirût di volêi ben ae mê tiere furlane, part dal mont , e servintle jê o ai intindût di servî il mont intîr»
Pre Antoni Beline (1941-2007), testament spirituâl, 1992

lapatriedalfriul.org

Mensîl di informazion, politiche, culture, in lenghe furlane:
ogni mes al è dedicât a un gnûf argoment

LUNGO LA CICLABILE

A 13 DEL NATISONE

L’itinerario ciclabile provinciale del Natisone A 13 è quello che dovrebbe collegare le Valli del Natisone a Udine. Per ora esiste solo il tratto Cividale – Moimacco. Infatti qd si arriva al ponte sul torrente Grivò la strada diventa una carrareccia di sassi per  diventare nuovamente asfaltata solo in prossimità di Udine.
A parte questo, però, c’è anche il problema della manutenzione della ciclabile esistente. Come si vede dalla foto la vegetazione ha occupato quasi mezza carreggiata e l’asfalto si sta già disintegrando e i sassolini fanno un leggero sfregolio sotto le ruote della bici e in diversi tratti è stato spaccato dalle radici di alcuni alberi.
Il problema è dovuto al fatto che la legge prevede che ad incaricarsi della costruzione della pista ciclabile sia la Provincia, ma non indica a chi spetti la sua manutenzione, così tutto è rimesso ad accordi che la Provincia dovrebbe stipulare con i Comuni affinchè questi s’incarichino della manutenzione.  Ma i Comuni cercano di evitare di accollarsi questa incombenza e così le ciclabili sono destinate a rovinarsi sempre di + diventando impercorribili se non con la mtb.
Speriamo che il Comune di Cividale, come capogruppo dell’Aster (che comprende i Comuni di Buttrio, Cividale del Friuli, Corno di Rosazzo, Manzano, Moimacco, Pavia di Udine, Pradamano, Premariacco, Remanzacco e San Giovanni al Natisone ) prenda in mano la situazione e intervenga per migliorare le condizizoni della ciclabile.

Cliccando sull’immagine sottostante è possibile vedere tutte le foto (sono quelle in fondo all’album).

Look at... all the pictures !

ETERNIT

OVVERO UNA VIA DAVVERO TOSSICA ! 🙂

Eternit è la nuova realizzazione di Manolo, il Mago per intenderci, che nelle dolomiti feltrine ha portato a compimento quest’impresa che ha dell’incredibile se pensate che ormai ha 51anni suonati. La via, infatti, è una placca verticale valutata intorno al  9a che lo stesso Manolo qd vi si era trovato a tu per tu circa 20anni fa aveva pensato fosse impossibile da salire.
Adesso a vent’anni di distanza è riuscito nell’impresa e ha dichiarato che la via è:

“…un assortimento di microliste orizzontali verticali svase e rovesce. Con dei passi decisamente aleatori ma paradossalmente nemmeno tanto difficile da decifrare perchè è così liscia che gli appoggi e gli appigli risaltano immediatamente… il problema è tenerli!”.

Che dire Manolo è come il vino + invecchia e + diventa buono ! 🙂

Mandi di cûr !

SIAMO MICA

QUI PER DIVERTIRCI ! 🙂

Ovvero il mondo dell’arrampicata e dei climbers visto attraverso gli occhi di Caio, un climber con la passione della grafica.
E’ uscito da non molto, infatti, il libro “Siamo mica qui per divertirci” dove attraverso delle vignette molto simpatiche si raccontano con un po’ d’ironia alcune delle situazioni e delle gag + comuni nel mondo dell’arrampicata.
Una ventata di buon umore e allegria !
Adesso però aspettiamo l’uscita del primo fumetto che ha come protagonisti i climbers 😉
Cliccando sull’immagine sottostante potete accedere al sito dove si può vedere una piccola carrellata di alcuni comix presenti nel libro che è in vendita online ( al prezzo di 16 euro, comprensivo di contributo per spese postali ) e in alcune librerie.

😎

Vai al sito di caioComix

THE FATHER

OF FREE SOLOING

John Bachar is died while climbing at Dike Wall in Mammoth Lakes, near Bishop, California yesterday.
John è stato uno dei precursori dell’arrampicata in solitaria su vie di alto livello. Oltre ad essere un coetaneo, è da sempre un grande mito per tutti quelli che arrampicano. Basta vedere qualche video per rendersi conto di quello che faceva nella mitica Yosemite Valley.
Tutti si ricordano il volantino che aveva fatto circolare nel 1981 nella Valle:
$10,000 reward for anyone who can follow me for one full day. – John Bachar
In fondo se ne è andato nel posto + bello per un climber, nella sua falesia vicino a casa !

Mandi di cûr !

CLIMBING

@ DUINO CRAG

Partendo da Duino ( Ts ) si percorre il sentiero Rilke ( da fare almeno una volta per la bellezza del panorama ) e dopo circa 100m sulla dx ci sono le catene per calarsi sulle placche. E’ necessaria una corda da 60m.
La difficoltà delle vie si aggira intorno al quinto grado. Alla dx delle placche ( guardando dal mare ) ci sono le vie storiche della falesia.

More info: la falesia di Duino

Un ringraziamento a Laura e a Sergio, i climbers che si vedono nel filmato.

Mandi !

Look at... the video about Duino climbing !

IF YOU ASK ME

WHAT IS CLIMBING ?

The answer, perhaps, is…
feelings,
emotion,
strenght,
confidence,
beauty,
movement,
learning to fly,
silence

in one word…
Steph Davis
the Queen of climbing 😉

Look at… this videos where you can see Steph free solo Castleton Tower, Utah; and Diamond in Colorado. And then jumping off of it.

A message for Steph: if you’d like come and visit us to Friuli, we can go toghether climbing at Ospo. 🙂
Mandi!

Steph Davis, Castleton and Diamond Free Solo VIDEO

IN ONÔR

IN FAVÔR

Look at... Pantanella movieSiamo alla fine d’anno ed è tempo di bilanci anche per webandana;
iniziamo con i numeri che le statistiche di Google ci forniscono:
le visite sono state 16.667
i visitatori unici 12.392
le pagine visualizzate 117.947 con punte di circa 800 pagine viste in un giorno;
coloro che utilizzano il browser IE si attestano al 63%, mentre Firefox è al 32%.
Mentre circa un migliaio sono stati i climbers che hanno provato a fare il Test nella sezione training del sito.
Ma volgendo lo sguardo oltre i numeri, possiamo ricordare che questo è stato l’anno in cui è arrivata la risposta americana alla free solo di Hansjörg Auer, Alex Honnold ha infatti salito slegato “Moonlight Buttress” nel Zion National Park ( Utah ) una via con difficoltà fino al 7c+;
è stato l’anno del boom delle sale per l’arrampicata, ormai se ne trovano in ogni dove e quest’anno il CAI di Codroipo ha presentato il progetto per una nuova palestra che sarà pronta nel 2010;
è stato anche l’anno del concatenamento di 82×4000 delle Alpi cioè sono state scalate 82 cime oltre i 4000m in 60gg da Franco Nicolini insieme a Diego Giovannini e Mirko Mezzanotte con i traferimenti fatti a piedi o in bici; un’impresa che ha un sapore particolare perchè è stata dedicata a Patrick Berhault che nel 2004 morì sulla cresta del Tasch impegnato nello stesso progetto;
è stato l’anno in cui alcuni studiosi hanno scoperto che l’arrampicata può essere anche terapeutica, infatti, le persone con disturbi nella percezione del pericolo sembra traggano notevoli vantaggi se praticano questo sport;
per quanto riguarda l’attività di skating, quest’anno abbiamo fatto parecchie uscite con il PPUG tutte documentate con foto; un saluto a tutti gli skaters che abbiamo incontrato.
Ricordo che entrando nella pagina che descrive la falesia è possibile commentare sia i settori che le vie, mentre nella mailing-list è possibile lasciare messaggi per trovarci e arrampicare insieme.
Con il proposito di essere sempre di + a praticare questo sport bellisssimo vorrei fare di cuore un grande ringraziamento a tutti coloro che hanno dato consigli per migliorare il sito e a coloro che lo hanno visitato!

MANDI A DUCJ !
Sempre per nuove emozioni !

ROLLERLOVE

OVVERO COME MUOVERSI IN CITTA’ SENZA INQUINARE

Forse non sarebbe male come idea se nelle nostre città il traffico privato di auto fosse limitato allo stretto necessario, i mezzi pubblici potenziati e come nelle strade delle città cinesi di qualche anno fa si vedessero girare flotte di biciclette e pattini . L’aria diventerebbe + respirabile, il traffico + scorrevole e la nostra vita meno stressata. Ma tutto questo sembra un’utopia, come possiamo fare a meno della nostra cara auto ?

Così la Commissione per l’Ambiente del Parlamento Europeo si limita a chiedere ai diversi Stati di ridurre le emissioni di CO2 a 120g x km guidato a partire dal 2012.
Ma anche la Direttiva europea sembra troppo ristrettiva per la lobby dell’industria automobilistica, se come si apprende dal sito di Greenpeace :

The German car industry is lobbying hard to stop European lawmakers from setting tough emissions standards. They want to carry on building heavier, less efficient luxury cars.
Now that the European Parliament’s Environment Committee has voted for standards, starting in 2012, industry lobbyists and the German government are trying to wreck the proposal.

Che dire , che sia il caso di regalare un paio di pattini ad Angela? 😉

IL CASTELLIERE

DI DOBERDO’ DEL LAGO

Andando ad arrampicare nella piccola ma bella falesia di Doberdò del Lago (GO) qualcuno avrà senz’altro notato che nel pianoro sovrastante si trovano i resti di un antico castelliere risalente all’eta’ del bronzo ( 2000-3000 a.c.) probabilmente abitato da popolazioni provenienti dall’Asia Minore. Mi piacerebbe sapere se sono stati fatti degli studi su questo antico insediamento. Qualcuno ne sa qualcosa ?

Look at… the pictures about il casatelliere di Doberdò del Lago

Val di Resia

BOULDERING

I’d like to thank Roby from SLO to have reported me a new realization in Val di Resia. It’s about a boulder named “Friday the 13th” which grade is Fb 7b+.
Here the link to view the exploit 😉
Val di Resia valley is a very beautiful place to bouldering. The boulders are along the river bed but be carefull with the limestone, it’s very very slippery 🙂
If you want, look at… the pictures about Val di Resia

Mandi !

OH ROMEO

…così sospirava Giulietta quando Romeo, sotto il suo balcone, le sussurarva dolci parole.

Ma come e, soprattutto, dove nasce la storia di Giulietta e Romeo ?
Nasce nel lontano 26 febbraio 1511 in quel di Udine, a palazzo dei Savorgnan quando Luigi Da Porto s’ innamora della bella cugina Lucina Savorgnan durante la festa del giovedì grasso. Un amore corripsosto ma che le lotte familiari di quel periodo renderanno impossibile.
La storia delle vicende dei due amanti verrà poi raccontata in una novella dallo stesso Da Porto. Ed è su questo racconto che Shakespeare si baserà per scrivere la sua opera.
Ora a distanza di quasi cinquecento anni Albino Comelli e Francesca Tesei hanno riscostruito quelle vicende nel loro libro “Giulietta e Romeo. L’origine friulana del mito”.
Chi l’avrebbe mai creso? 🙂

CORS DI LENGHE FURLANE

… Di Zenâr 2008 a tachin i CORS PRATICS DI LENGHE FURLANE, in cetancj comuns de Regjon. Si fondin soredut sul studi de gramatiche e de grafie de lenghe furlane. Chescj cors a nassin cun chê di stiçâ la int a lei e scrivi par furlan, e di aprofondî i aspiets storics e culturâi, leteraris e des tradizions popolârs; cul stes fin, in armonie cui cors, la SFF e inmanee lis lezions viertis, ven a stâi conferencis viertis a ducj, e gjitis in chei puescj de nestre regjon che a àn un particolâr interès storic e artistic.

Lis lezions a son viertis a di ducj, cence nissun limit ni di etât ni di titul di studi, tant plui che nol covente che i frecuentants a savedin za il furlan.

I argoments parferîts a son: leture dai autôrs plui rapresentatîfs de leterature furlane, elements di storie dal Friûl cun riferiments ae storie taliane e europeane, gjeografie regjonâl, gramatiche, sintassi, grafie de lenghe, esercitazions pratichis di leture e scriture, elements di storie de art e des tradizions popolârs.

Par viodi la liste dai comuns dulà che si davuelzaran i cors, cu la indicazion dal calendari des lezions visite il sit de Societât Filologjiche Furlane

M A N D I ! 😎

ZERO WASTE…

…PLEASE !!! 😉

in questi giorni in cui il problema dello smaltimento dei rifiuti ha fatto tornare alla ribalta gli inceneritori e il modello di Brescia viene sbandierato come esempio da seguire, forse è meglio cercare di riflettere per capire se l’informazione che ci viene propinata quotidianamente ha qualche fondamento.
A questo scopo è senz’altro utile leggere il post sul blog di Grillo dove si spiega come a Brescia non è tutto oro quello che luccica.
Ma se vogliamo andare oltre gli inceneritori serve uno sforzo di tutti per recupecrare e riciclare le cose, riducendo a zero gli sprechi. Probabilmente, a questo punto qualcuno penserà: ma questo è impossibile ?
Look at… this video
se a S.Francisco nel 2004 sono riusciti a riciclare il 64% dei rifiuti…
allora, anche noi ce la possiamo fare 😎

UNO SGUARDO VERSO

… “il cielo dove il sole è meraviglia“.

Look at... Pantanella movieSiamo alla fine d’anno ed è tempo di bilanci anche per webandana;
ecco i numeri che le statistiche di Google ci forniscono:
le visite sono state oltre 18.000
i visitatori unici circa 12.000
le pagine visualizzate intorno alle 100.000
l’ADSL è utilizzata da circa il 42% dei visitatori
coloro che utilizzano il browser IE si attestano al 68%, mentre Firefox è al 27%.
Ma volgendo lo sguardo oltre i numeri, possiamo ricordare che questo è stato l’anno in cui dei ragazzi non ancora in possesso della patente di guida hanno realizzato delle vie di 9a, che c’è stata la prima free solo di Hansjörg Auer lungo la via del Pesce sulla Sud della Marmola ( 7b+), che in questi giorni, l’IFSC – la Federazione Internazionale che rappresenta il movimento delle gare di arrampicata – è stata ufficialmente riconosciuta dal Comitato Internazionale Olimpico, il che fa ben sperare per il futuro dell’arrampicata.
Nel sito è stato inserito un TEST per valutatre le proprie capacità. Entrando nella pagina che descrive la falesia è possibile commentare sia i settori che le vie. Da poco è stata creata la mailing-list per trovarci e arrampicare insieme.
Con il proposito di essere sempre di + a praticare questo sport bellisssimo vorrei fare di cuore un grande ringraziamento a tutti coloro che hanno dato consigli per migliorare il sito e a coloro che lo hanno visitato!

MANDI A DUCJ !
Sempre per nuove emozioni !