DALLA TERRA

RITMO E SUONI
DALLA MUSICA VISIONI

Dal 27 al 29 agosto 2009 sulle rive del Natisone a Cividale del Friuli in località Carraria ci sarà anche quest’anno Natibongo, il festival di musica etnica. In particolare, la musica che nasce da strumenti come i djembe dell’Africa (volgarmente detto “bongo” ) e il il didjeridoo (lo strumento tipico degli aborigeni australiani). Tra i gruppi attesi: R.esistence in dub, Roman Buss, 3Ple-D, Wild marmelade. Durante il festival ci saranno anche stage di percussioni, di danza del ventre e di didjeridoo. Possibilità di campeggio. Chiosco ritmico enogastronomico. Inizio concerti ore 21.00. Ingresso € 3.
Un festival dove la musica è trascinante e dove le notti di fine estate sono magiche !
Da non perdere assolutamente !
😎

Vai al sito !

IN DIRETTA

DAL MURO

Tra le mura del Monastero di Santa Maria in Valle a Cividale del Friuli, c’è la mostra fotografica dedicata alla ricorrenza dell’abbattimento del muro di Berlino ( 1989 ). Le fotografie ricordano quell’evento e ci ripropongono alcuni edifici della Germania dell’Est in un confronto tra com’erano in quegli anni e come sono stati trasformati dieci anni dopo. Un segno del tempo che non è + statico ma ricomincia a correre in un’Europa dove ciò che conta sono le persone + che gli Stati.
Un’occasione da non perdere, perchè c’è la possibilità di vedere oltre alla mostra fotografica anche il Tempietto Longobardo e il Giardino del Monastero con annessa vigna. Mi ricordo che quando eravamo bambini e giocavamo in Natisone vedavamo, ogni tanto, una suora nel giardino a stendere i panni o nella vigna a fare dei lavori. Adesso dopo tanti anni, dispiace un po’ che in un luogo di pace come questo non ci siano più i frati o le suore come una volta. Ma anche questo è forse un segno dei tempi che cambiano!

Per avere un’idea della mostra potete vedere il video

Cliccando sull’immagine sottostante è possibile vedere alcune delle foto della mostra che è inserita nell’ambito di Mittelfest2009 ( 18 – 26 luglio )

Look at... the pictures !

NELL’ ERA DEGLI SKATES

ERA – DAY
ovvero
European Rollers Action – Day

 European Rollers Action - DAY Ora come ora, non sarebbe nemmeno posssibile pattinare sulle ciclabili. Infatti c’è una proposta di legge dove si chiede di modificare il codice della strada per adeguarlo alla legislazione dei paesi europei che consentono l’uso dei rollers almeno sulle ciclabili.
Ma a noi piacerebbe che si facesse ancora un passo avanti per permettere a chi usa i pattini di poter girare liberamente anche per le strade come avviene per le biciclette.
Per sostenere questa proposta, l’idea 💡 sarebbe quella di avere una giornata in cui ci si trova, ogni anno in una città diversa, per manifestare e sostenere i pattini come mezzo di trasporto ecologico.
A Udine il gru organizza il prossimo sabato 11 luglio al Parco Ardito Desio in via Val d’Arzino la rollerFest con un bel programma che prevede alle 11.00 un giro di circa 10 km per le vie di Udine autorizzato dal Comune. Nel pomeriggio dopo il pranzo all’aperto seguiranno numerose esibizioni sui rollers e ci sarà il saggio delle ragazze del pattinaggio artistico  di Cividale.
Mi raccomando non mancate !
😎

SUL MONTE DI RAGOGNA

UNA CHIESETTA E DELLE LAPIDI

ricordano i caduti della “Julia”. In particolare una lapide è dedicata agli alpini della brigata “Gemona” che hanno perso la vita nel naufragio del Galilea. Era il 28 marzo 1942, la nave partita dal porto greco di Patrasso stava riportando in Italia gli alpini dopo che era stato deciso lo spostamento dal fronte greco a quello russo. Il “Galilea” a bordo aveva circa 1532 persone ( dati ANA ): l’intero battaglione “Gemona” (23 ufficiali, 27 sottufficiali, 639 alpini), tre ospedali da campo, ufficiali del comando reggimento, militari con foglio di licenza in tasca. Insieme al “Galilea” viaggiavano altre 5 navi ma gli alpini della brigata Cividale dovranno restare a terra perchè non c’era + posto. Le navi sono scortate da un incrociatore e da 4 torpediniere, che lanciano a intermittenza bombe di profondità per scongiurare il pericolo dei sommergibili. Le navi erano dirette al porto di Bari, ma qd il convoglio doppia l’isola di Corfù, si sentono arrivare i primi siluri che sfiorano il “Piemonte” e il “Crispi”, poi alle 22.45 il grande botto, un siluro lanciato da un sommergibile inglese colpisce il “Galilea” ad una fiancata aprendogli uno squarcio di 6x6m. La nave comincia ad inclinarsi e la frenesia s’impossessa delle persone. Alcuni si buttano ma solo quelli che sanno nuotare riescono ad allontanarsi dalla nave e non vengono sbattuti sotto le eliche. Ma la maggior parte per la paura resterà sulla nave che dopo cinque ore affonda completamente. A salvarsi saranno solo il 18% delle persone a bordo.
Una disgrazia nella disgrazia perchè gli alpini del btg. “Gemona” avevano già pagato un duro prezzo perdendo il 2° btg nella battaglia sul Golico e adesso vedevano sparire anche il 3° btg. Per il Friuli un’ immensa perdita, infatti gran parte degli alpini erano friulani.
Adesso ogni anno sul monte Ragogna si commemora quel giorno.

Alpin jo mame!

SILENZIOSA

SEMPLICE E SENSUALE

Rosanna Lodolo espone alcune delle sue opere artistiche nella ex-Chiesa di Santa Maria dei Battuti a Cividale in Borgo di Ponte (dal 15 febbraio fino al 15 marzo). Nella mostra traspare l’intento dell’artista d’indagare il mistero della creazione della vita attraverso un percorso che parte dalla sensualità, rappresentata nel disegno dell’Amazzone, per arrivare all’armonia degli “Sposi” dove viene reinterpretata la celebre opera etrusca. La creta è il materiale prediletto per realizzare l’idea che è abozzata nei disegni. Le mani dell’artista, con dolcezza e semplicità, danzano sull’argilla per plasmare una nuova emozione.

Sposi di Rosanna Lodolo

SAN VALENTINO

LA FESTA DI OGNI CRETINO !

Comunque la pensiate su San Valentino, sia che siate innamorati, sia che siate single ecco una ricetta per fare una torta al cioccolato veramente squisitoncici ! 😉
Ingredienti:
3 uova
50 gr di ciocco fondente
2 cucchiai di cacao amaro
2 pugni di amaretti piccoli
2 pacchettini di Pavesini
100 gr di riso integrale
300 cl di latte fresco parzialmente scremato
1 po’ di Rum
sale
cannella in polvere

Preparazione:
Si cucina il riso integrale mettendo in una pentola 1/2 bicchiere di riso e un po’ + del doppio di acqua; si fa bollire a fuoco lento fino a qd non si asciuga tutta l’acqua.
In una terrina si mescolano gli amaretti, il cioccolato, il cacao, i pavesini, il riso, il latte, i rossi delle uova, il sale, la cannella e il Rum
Si mette il tutto nel frullatore.
In un’altra terrina si montano i bianchi delle uova e si aggiunge l’impasto preparato con il frullatore.
Si prepara una pirofila o una pentola bassa rivestendola con carta da forno vi si versa tutto quello che è stato preparato e si inforna a 180° per 25 minuti.

Fatemi sapere come è andata ! 🙂

Mandi !

EPIFANIA

a Cividale del Friuli

Molte le persone che hanno avuto il coraggio di sfidare il vento gelido per vedere il corteo che rievoca l’entrata del Partiarca Marquardo von Randeck a Cividale avvenuta il 6 luglio 1366.
“…Il patriarca Marquardo (1365-1381) passò alla storia per aver promulgato (11 giugno 1366 ) la Costituzione della Patria del Friuli (Constitutiones Patriae Foriiulii) base del diritto friulano. Seguì un lungo periodo di contrasti interni, principalmente tra le città di Udine e di Cividale. Con Cividale si schierarono gran parte dei comuni friulani, i carraresi ed il Re d’Ungheria; con Udine si schierò invece Venezia.”
Noi ci auguriamo che la storia del Patriarcato di Aquileia, che tanta parte ha avuto nella storia del Friuli, si possa studiare anche nelle nostre scuole. 😉

p.s.
Nella foto sottostante si vedono i lucchetti dell’amore appesi alla ringhiera del Belvedere sul Natisone vicino al Ponte del Diavolo.
Forse è proprio vero, “l’amore è un cane che viene dall’inferno” 🙂

 Look at... the pictures !

AL CAFFE’

EMONA DI LUBIANA

“…dove eravamo noi tre, slavo e italiano io, tu tedesco, tu ebreo amici, amici, amici.”
Forse è questa la frase che, meglio di ogni altra, riassume il modo di essere di Milko Bambic un cittadino dell’Europa. Un’ Europa senza + confini dove i nazionalismi non dividono le persone.
Nato a Trieste il 26 aprile 1905 da padre sloveno e madre triestina diventerà uno dei principali esponenti del futurismo giuliano ma conservando sempre una propria visione del mondo dove la donna occupa un ruolo importante e la natura è vista con rispetto.
I suoi quadri del periodo futurista sono esposti per tutto il mese di gennaio nella ex-Chiesa di S.Maria dei Battuti in borgo di Ponte a Cividale del Friuli ( la mostra è stata prolungata infatti fino alla prima domenica di febbraio). Vale la pena di ricordare che Bambic non è stato solo pittore ma anche scittore, illustratore grafico e fumettista. Nel ’31 progetta la grafica pubblicitaria per l’acqua minerale Radenska e il logo con i tre cuori che oggi si vede sulle bottiglie è suo.
😎

Look at... the pictures !

DALLE PIETRE

AI COLORI

E’ la mostra organizzata dalla Associazione “Storie dai Longobars”. La mostra si è tenuta a palazzo Frangipane a Tarcento e nella Chiesa di S.Maria di Corte a Cividale (19 – 28 dic ).
La rassegna è dedicata allo scultore Manlio Di Gusto e ai pittori Manuela Tagliamento e Valentino Vidotti. Tutti e tre vivono a Tarcento e dintorni.
“Dal Caos all’ordine. Questa mostra nasce così. Dalla ricerca di un possibile ordine derivante dall’unione di stili diversi, esperienze eterogenee, personalità contrapposte.”

Look at... the pictures!

DEMOLITION

IN PROGRESS @ CIVIDALE DEL FRIULI

E’ in corso a Cividale del Friuli la demolizione dell’ ex area Italcementi, ora di proprietà della Banca di Cividale.
Senz’altro una cosa positiva che un simile obbrobrio venga abbattuto,
almeno ogni tanto le Banche fanno qualcosa di buono per la collettività,
con tutto quello che ci costano ! 😉

 

Look at... the pictures

LA VARIANTE

DI LÜNEBURG

La scacchiera di cenci … il campo di concentramento
ebrei … nazisti
il nero … il bianco
la vittima … il carnefice
il presente … il passato
la vita … il ricordo
la passione … la ragione
il rosso … il nero
l’amore … l’odio… l’amore
un treno che corre…
impossibile sfuggire al passato
è sempre lì come un’ombra
e alla fine…
riscuote il prezzo delle nostre azioni

Una Milva strepitosa, ieri sul palcoscenico del teatro Ristori a Cividale, ha interpretato le canzoni scritte dallo stesso autore, Paolo Maurensig.
Una voce potente, profonda, dolce, capace di incantare e arrivare dritta al cuore della gente.
Un caloroso abbraccio a Milva e a tutte le ragazze del coro di Faedis che hanno interpretato le parti in friulano !

CIVIDALE DEL FRIULI

SI RIFA’ IL LOOK !
nasce CIVIDALE 3

Sabato prossimo alle 22.00 la ciminiera dell’ex cementificio Italcementi verrà fatta implodere. Per l’occasione l’Amministrazione Comunale ha organizzato un programma che prevede:
ore 20.00 Presso il Centro S.Francesco la presentazione del volume “Cividale 3 – Dall’Italcementi all’architettura del futuro”
ore 22.00 cerimonia di demolizione e a seguire FUOCHI D’ARTIFICIO
ore 22.30 Festa e pastasciutta x tutti offerta dalla sezione A.N.A. di Cividale
ore 24.00 Concerto bandistico
e naturalmente negozi aperti tutta la notte
Finalmente il mostro di cemento viene demolito e al suo posto nascerà un’area destinata ad attività commerciale, artigianale di servizio, residenziale e direzionale e ci sarà pure lo spazio riservato all’attività sportiva.
Naturalmente se avranno la bellissima idea di installare un pannello per l’arrampicata noi siamo a disposizione per info e consigli 😉

Look at... the big picture

E’ UN VOLO

A PLANA…RE

“… Tu sei libero di essere te stesso, questa è la LIBERTA’ che hai, ADESSO e QUI, e nulla ti può essere di ostacolo. Questa è la Legge del Grande Pattinatore, la Legge di chi E’ vivo”.
“Intendi dire che… posso pattinare?”
“Dico che sei libero.”

E allora… vorrei andare a pattinare
in Puglia, in Puglia, in Puglia

🙂 🙂 🙂

AUGURONCICISKA BELA