Pifanie 2016

…a Cividât

Intal 1077, sot dal imperadôr Indrì cuart, al è nassût il Friûl cul non di PATRIE DAL FRIÛL. In chel timp il patriarcje al ere ancje cont. Dal 1077 indenant, il Friûl al è un stat tant indipendent che al à ancje un Parlament e il patriarcje al ere il president e al ere obleât a ubidî a ce che il Parlament al decideve. I nestri patriarcjis a vignivin ducj de Germanie e a jerin int di prime categorie. Intal 1366 e riverà a Cividât MARQUART, un patriarcje di Ausburg, une vore bulo, omp di ciâf, di culture, avocat dai plui grancj dal so secul che nus à dât lis “CONSTITUTIONES PATRIAE FORIJULII“. Savêso ce che al vûl dî? Il codiç dal Friûl che al durerà a dilunc fin tal 1797. Intant che il parlament al durarà fintremai al 1420 cuant je rivade Vignesie, che nus à metut sot e il patriarcje lu à privât dal podê civîl. E intal puest dal patriarcje e à mandât un lutignint, che si è metût a stâ a Udin. Al è par chel che a Udin a àn scomençat a fevelâ venit, par sintîsi di valôr.
Cussì, come par solit, ancje chest an al è stât fat il corteu par visâsi di cuant Marquart al è jentrât in citât ma stant l’inovâl, dai 650 agns, a son stadis inmaneadis cetantis altris robis. Di fat intal dopomisdì inte ex-glesie di S.Francesc al jere un biel conciert cun il côr de parochie, Officiun Consort, che nus à fat scoltâ cualchi cjante antighe finint cun un maraveôs Magnificat. Tant che sot sere in place dal Domo e je stade impiade la fogarisse e a son rivâts, a fânus cjapâ pore, i Krampus di Tarvis intune cun i Tambûrs di vuere di Cividât. In plui in place Juli Cesar al jere un biel mercjât di robe fate a man. Insome une biele Pifanie cun tan frêt ma ancje tante int vivarose.

Look at… the movie: “Epifania 2016 @ Cividale del Friuli ( UD )
Look at… the movie: “Magnificat @ Cividale del Friuli (UD)

PALIO di SAN DONATO 2012

… @ CIVIDALE DEL FRIULI

Il 24-25-26 Agosto 2012 si è svolto a Cividale del Friuli il Palio in onore del patrono della città, San Donato. E’ una tradizione antica, iniziata nel XIV sec, durante la quale tutta la città viene catapultata nel medioevo tra il 1200 e il 1300. Nei borghi si rivive l’atmosfera di quei tempi, in cui abili artigiani lavoravano il legno, la lana, il cuoio, la pietra, i metalli e le pietre preziose e la gente si ritrovava la sera nelle taverne. Durante il Palio i 5 Borghi si sfidano in due gare, la corsa e il tiro con l’arco. Anticamente alle gare vi partecipavano anche cittadini di altre città o castelli e ci si sfidava anche nella corsa con i cavalli. Il momento + coinvolgente è il Corteo che la domenica mattina sfila x le vie del centro e vede impegnati molti cividalesi ad interpretare i nobili e i popolani del medioevo. Ma il momento + suggestivo è la sera quando nelle stradine illuminate dalle candele e circondate dalle antiche mura si respira l’aria di un tempo che sembra non lasciare mai la nostra cittadina in riva al Natisone.
“Il 20 agosto 1368 la magnifica Città di Cividale, decretava che il Palio di San Donato si ripetesse “in perpetuo” confermando così l’importanza della manifestazione per il prestigio della Città, decisione riconfermata nel 1408.
Il Palio si ripete fino al 1797 quando, secondo la tradizione, s’interruppe per l’occupazione napoleonica. Si volle così, nel 2000, ridare vita al Palio e, trattandosi appunto di una rievocazione storica più che secolare, è stato deciso di collocarla nella seconda metà del XIV° secolo, nel periodo in cui governò il Patriarca Marquardo von Randeck (1368-1382). Questo, infatti, è uno dei periodi più significativi del Patriarcato e del Friuli. Il Patriarca Marquardo diede, infatti, un nuovo ordinamento al suo potentato con le “Constitutiones Patriae Forojulienses” che restavano in vigore anche dopo il passaggio del Patriarcato a Venezia.
Il Palio si tiene nel fine settimana più vicina al giorno di San Donato che cade il 21 agosto; attualmente, consiste nelle gare pedestri e di tiro all’arco e balestra.
La competizione si svolge tra i cinque borghi storici entro le mura della città, che sono:

Borgo Duomo: con i colori e stemma della nobile famiglia De Portis;
Borgo Brossana: con i colori e stemma della nobile famiglia Formentini;
Borgo San Domenico: con i colori e stemma della nobile famiglia Canussio
Borgo San Pietro: con i colori e stemma della nobile famiglia Boiani
Borgo di Ponte: con i colori e stemma della nobile famiglia Conti.

stemma Borgo Duomo stemma Borgo Brossana stemma Borgo San Domenico stemma Borgo San Pietro stemma Borgo Ponte

Il Palio è vinto dal Borgo che ottiene più punti con la sommatoria della gara pedestre e quella dell’arco. Il Borgo vincente conserva il Palio costituito da un gonfalone con la figura del Santo, nella Chiesa del proprio Borgo.”
Il sito dedicato è paliodicividale.it

1- Look at… the pictures: Palio di San Donato 2011
2- Look at… the movie: PALIO di SAN DONATO 2011 @ Cividale del Friuli
2- Look at… the movie: PALIO di SAN DONATO 2012 @ Cividale del Friuli

Palio di San Donato a Cividale del Friuli

😎

IL PATRIARCJE MARQUART – Epifanie 2012

IL PATRIARCA MARQUARDO – EPIFANIA 2012

Intal 1077, sot dal imperadôr Indrì cuart, al è nassût il Friûl cul non di PATRIE DAL FRIÛL. In chel timp il patriarcje al ere ancje cont. Dal 1077 indenant, il Friûl al è un stat tant indipendent che al à ancje un parlament e il patriarcje al ere il president e al ere obleât a ubidî a ce che il parlament al decideve. I nestri patriarcjis a vignivin ducj de Germanie e a jerin int di prime categorie. Intal 1366 e riverà a Cividât MARQUART, un patriarcje di Ausburg, une vore bulo, omp di ciâf, di culture, avocat dai plui grancj dal so secul che nus à dât lis “CONSTITUTIONES PATRIAE FORIJULII“. Savêso ce che al vûl dî? Il codiç dal Friûl che al durerà a dilunc fin tal 1797. Intant che il parlament al durarà fintremai al 1420 cuant je rivade Vignesie, che nus à metut sot e il patriarcje lu à privât dal podê civîl. E intal puest dal patriarcje e à mandât un lutignint, che si è metût a stâ a Udin. Al è par chel che a Udin a àn scomençat a fevelâ venit, par sintîsi di valôr.

Look at… the movie: “IL PATRIARCA MARQUARDO – EPIFANIA 2012 @ Cividale del Friuli ( UD )

Look at... the movie: IL PATRIARCA MARQUARDO - EPIFANIA 2012 @ Cividale del Friuli ( UD )

EPIFANIA

a Cividale del Friuli

Molte le persone che hanno avuto il coraggio di sfidare il vento gelido per vedere il corteo che rievoca l’entrata del Partiarca Marquardo von Randeck a Cividale avvenuta il 6 luglio 1366.
“…Il patriarca Marquardo (1365-1381) passò alla storia per aver promulgato (11 giugno 1366 ) la Costituzione della Patria del Friuli (Constitutiones Patriae Foriiulii) base del diritto friulano. Seguì un lungo periodo di contrasti interni, principalmente tra le città di Udine e di Cividale. Con Cividale si schierarono gran parte dei comuni friulani, i carraresi ed il Re d’Ungheria; con Udine si schierò invece Venezia.”
Noi ci auguriamo che la storia del Patriarcato di Aquileia, che tanta parte ha avuto nella storia del Friuli, si possa studiare anche nelle nostre scuole. 😉

p.s.
Nella foto sottostante si vedono i lucchetti dell’amore appesi alla ringhiera del Belvedere sul Natisone vicino al Ponte del Diavolo.
Forse è proprio vero, “l’amore è un cane che viene dall’inferno” 🙂

 Look at... the pictures !