LA VITA AL TEMPO

DELLA PUBBLICITA’ E DEL CONSUMISMO

E’ possibile che tre frequenze nazionali su quattro siano assegnate ad un privato cittadino ?
E’ possibile !
E’ possibile che siano concesse dietro il pagamento dell’ 1% del fatturato ?
E’ possibile ! ( legge 488, art.27 comma 9, del 23 dicembre 1999 )
E’ possibile con i soldi della pubblicità finanziare un partito?
E’ possibile !
E’ possibile che qualcuno ci inviti a non investire nei media catastrofistici ma in chi ci dice che la crisi è finita ?
E’ possibile !
E’ possibile dirgli di andare a fare… un giro per l’Italia ? 🙂
NON è possibile !

Già qualche anno or sono Pasolini aveva messo in guardia dalla manipolazione delle coscienze operata dai mass-media. Adesso le sue previsioni sembrano tutte drammaticamente avverarsi. Come al solito si è dimostrato un osservatore attento e acuto della nostra vita.

Mandi di cûr !

RIVAISO

A STA ALMANCUL UNE DI’ CENCE LA TV ?

Cheste le preiere che a ven dai miedi che curin i fruts.
I fruts a son lassâts masse spes denant de TV a viodi une vore di spots ( 47 ogni ore ), pipin animâts e films. Viodi masse television influîs tal mut di fâ, di puartâsi e fin tramai di mangjâ.
A somee che cui cal viôt plui television al sedi ancje plui puartât a fâ violence.
Ma ce fa alore ?
Piturâ, lei, zuiâ, sunâ, scoltâ musiche
fâ un pôc di sport…
…patinâ, sgliciâ, e ancjemò miôr rimpinà  😉