UN POVERO RICCIO

SUL VIALE DELLA LIBERTA’

Vuê di matine o ai cjatât chest puar riç dilunc le statal che di Cividât e mene a San Pieri sul Nadison propit donije cjase me. Al i mancjave poc par rivà di che altre bande de strade ma une machine lu à distirât di brut. Dilunc cheste vie a dovaressin là plancot ma invecjît a corin ce tant che mâs 🙁
Cun tun ristiel lo ai parat sule jerbe di mût che al mancul cumò al puès stà in pâs 😉
R.I.P.

“… i riçs animaluts par fente sflacjons, energjichementri solitaris e une vore elegantons.”

il riccio trovato lungo viale della libertà

IL RICCIO

CHEL RIÇ DILUNC LA LINIE DE OMBRENE

A son des voltis che a non si rive ad ore a distingui il confin tra la muart e la vite, al è ce tant che jessi jenfri la ombrene e la lus.
E al è cuant che o sin dilunc la linie de ombrene che la nestre vite a jê massimementri in pericul. In cheste zone lis robis a no si viodin ben, par la cuâl al è facil ch’al sucedial alc cal no va.
Cuant o soi rivât la prime volte dilunc chel trat di strade il riç no l’ere ancjemò, daspò un vincj minuts o soi ripassât par di lì e lu ai cjatât con il so piçul music ce tant zentîl e cun il so cuarp cuviert di spinis distirât par tiere in tune magle di sanc.
Oltri che a provâ dûl o soi stât ancje colpît dal fat che il riç al si cjatave dongje de linie de ombrene. In un prin moment o ai pensat ma cjale un po ce brute int che pase di chi, non à nancje dûl par un puar riç. Al ere un trat di strade dongje un parc di machinis in dulà no è pussibil cori ma dome là planc.
Ma daspò ve pensât parsore un pôc, o ai capît che chel automobilist no jere rivât a viodi il riç par vie che il riç al si cjatave dilunc la linie de ombrene.
Intal cine Visionario di Udin a si pues viodi fin tramai la setemane che a ven il film “Il Riccio “, ch’a al è giavât fûr dal romanç di Muriel Barbery “L’Eleganza del Riccio”, è a chel puar riç che o volarès dedeà il film.
“… i riçs animaluts par fente sflacjons, energjichementri solitaris e une vore elegantons.”

Look at... all the pictures about Grado !

QUEL RICCIO

LUNGO LA LINEA D’OMBRA

Alle volte il confine tra la morte e la vita è molto sottile ed è simile al confine tra l’ombra e la luce. E’ quando ci si trova lungo questa linea che la nostra vita può essere in pericolo. In questa zona le cose non si vedono con chiarezza così è facile che succeda l’irreparabile.
Quando sono passato la prima volta in quel tratto di strada il riccio non c’era ancora ma circa 20′ dopo era lì con il suo musetto gentile e con il suo corpo ricoperto da aculei riverso in terra in una chiazza di sangue.
Ma a parte un profondo sentimento di compassione mi ha colpito il fatto che si trovasse proprio al margine dell’ombra. In un primo momento avevo pensato guarda un po’ questi automobilisti che non hanno pietà nemmeno per un riccio. In fondo si trattava di un tratto di strada vicino ad un parcheggio dove non è possibile correre veloci.
Ma poi riflettendoci ho pensato che forse quell’automobilista non era riuscito a vedere bene il riccio perchè era proprio sulla linea d’ombra.
Nel gennaio 2010 uscirà il film tratto dal romanzo di Muriel Barbery “L’Eleganza del Riccio” ed è a quel povero riccio che vorrei dedicarlo:
“… i ricci animaletti fintamente indolenti, risolutamente solitari e terribilmente eleganti.”

Look at... all the pictures about Grado !