Fuarce Friûl

su il puint e svintule bandiere zale/blu !

la patrie dal friul

Un bon proponiment par l’an che e ven al è chel di rinfuarcî la nestre identitât furlane, a tacâ dal non de nestre Regjon. Un non al è cetant che une cjarte di identitât, al è cetant che cjalâsi intal spieli e viodi ce che o sin. E co o cjalìn intal spieli o viodin il Friûl nuie di plui e nuie di mancul. Par la cuâl lis peraulis Vignesie julie no o rivìn ad ore a capì ce che e stan a fâ intal non de regjon. Il podê di Vignesie al è finît da un toc, e ce che nus reste aromai a son dome i palaçs. Par chel che al inten la peraule Julie, no si rive a cjatâ un segn intes cjartis gjeografichis.

In plui par l’an 2013 nus plasarès puartâ la sede regjonl de RAI a Udin e che i gjornaliscj a fossin di marilenghe furlane in mut di tignì vive la culture e l’identitât dal Friûl.

Fuarce Friûl !

«O ai cirût di volêi ben ae mê tiere furlane, part dal mont, e servintle jê o ai intindût di servî il mont intîr»
Pre Antoni Beline (1941-2007), testament spirituâl, 1992

BON FINIMENT E BON PRINCIPI A DUCJ !

😎

Camminando in collina

con gli asini

La Pro Loco di Colloredo di Soffumbergo in Comune di Faedis (UD) ha organizzato una bella camminata in collina con gli asini. L’asino cammina lento e si ferma a valutare gli ostacoli che incontra prima di affrontarli. E’ molto sensibile e affettuoso. Il suo pelo caldo e morbido è piacevole al tatto. Certo che se decide di non andare avanti allora diventa veramente dura x chi gli sta a fianco e la sua fama in questo caso è ben meritata.

Look at… all the pictures: camminata lungo le colline, (le foto sono quelle a partire dalla 46).

Camminata lungo le colline di Colloredo di Soffumbego con gli asini (UD)

😎

ROLLERFEST 2012

@ UDINE ( North-East of Italy )

Domenica 03.Giu.2012 in piazza 1° Maggio a Udine si è svolta la Rollerfest 2012 organizzata dal Gru. La mattina oltre 250 pattinatori hanno formato un biscione verde che si è snodato lungo le vie del centro città portando un po’ di scompiglio nel traffico mattutino ma anche molta allegria. La corsa, aperta a tutti, ha visto la partecipazione di pattinatori di ogni età e provenienti da tutt’Italia, il gruppo più lontano veniva da Lecce, e tutti animati dalla voglia di divertirsi, di stare insieme e di dimostrare come i pattini possano essere un mezzo sostenibile e utilizzabile in città quanto le biciclette.
L’evento è proseguito nel pomeriggio, dopo il pranzo organizzato in piazza, con alcune esibizioni di cross, jump e freestyle. L’intervento del sindaco di Udine Furio Honsell ha sottolineato l’importanza di questa attività sportiva amatoriale che permette di vivere la città uniti e in modo giocoso.
Verso il tardo pomeriggio il tempo è cambiato e le nubi hanno scaricato tutta l’acqua che avevano trattenuto durante il giorno. Cmq, anche se così le premiazioni sono saltate e so quanto Giovanni ci tenesse, alla fine possiamo dire che è stata una giornata molto bella e il ringraziamento va a tutti quelli che hanno partecipato sobbarcandosi un lungo viaggio per arrivare a Udine ma in particolare un grazie di cuore va al Gruppo Roller di Udine che quest’anno ha fatto veramente un bel lavoro per la riuscita dell’evento.

Mandi di cûr a ducj !

Look at… the video: ROLLERFEST 2012

Rollerfest 2012 @ Udine

😎

UNO SQUARCIO DI LEGALITA’

NEL CIELO GRIGIO

A Udine verso sera si è aperto uno squarcio di sole e il cielo ha trattenuto le lacrime per guardare migliaia di persone che camminavano per dimostrare il proprio sostegno alla lotta contro tutte le mafie in ricordo di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino magistrati che, vent’anni fa, hanno dato la vita per la legalità e la democrazia.
Mandi di cûr a Giovanni & Paolo !

CHI HA PAURA
MUORE OGNI
GIORNO

CHI NON HA
PAURA MUORE
UNA VOLTA SOLA

Look at the movie: Falcone & Borsellino 1992-2012 @ Udine

Falcone & Borsellino 1992-2012 @ Udine

😎

ALL ALONG THE WORTHERSEE

… @ Klagenfurt – AT

Come ogni anno le strade intorno al lago di Worthersee, a Klagenfurt – Austria, vengono chiuse e una marea di ciclisti, pattinatori e corridori percorrono l’anello di 40 km che si sviluppa tutt’intorno. Il sole splendente ha reso molto piacevole la giornata di domenica trascorsa in compagnia con il gruppo rollers di Udine e animata da tante ragazze che sfoggiavano mini shorts e berettini colorati.

Look at… the movie: ALL ALONG THE WORTHERSEE @ Klagenfurt – AT

ALL ALONG THE WORTHERSEE @ Klagenfurt - AT

😎

SU WUKONG E IL PESCO PROIBITO

… @ Loggia del Lionello, Udine

A Udine spettacoli di danza orientale, esibizioni di arti marziali, giochi e concerti animano le vie e le piazze del centro durante il FAR EAST FILM FESTIVAL. Sotto la Loggia del Lionello in piazza Libertà il gruppo di arti marziali cinesi “Wu Shi Tao” ha presentato lo spettacolo “Su Wukong e il pesco proibito” ispirato ad un’antica leggenda cinese.
Su Wukong significa scimmiotto consapevole del vuoto e la leggenda è raccontata nel romanzo Wu Cheng’en scritto nel XVI sec d.C. Il romanzo inizia narrando le vicende di Scimmiotto nato da un uovo di pietra partorito da una roccia. Scimmiotto diventerà il Bel Re Scimmia e andrà alla ricerca dell’immortalità. Una volta trovata ritornerà tra le scimmie x combattere divinità e diavoli.
“E’ questa l’arte del kung-fu?”, chiederà il Maestro a Scimmiotto, “Questa è l’arte di niente!”, risponderà Scimmiotto.

Look at… the movie: SU WUKONG E IL PESCO PROIBITO @ Udine

SU WUKONG E IL PESCO PROIBITO @ Udine

😎

LA CRISI DEGLI ASINI

IN TUTTE LE PIAZZE D'ITALIA

Un uomo in giacca e cravatta è apparso un giorno in un villaggio. In piedi su una cassetta della frutta, gridò a chi passava che avrebbe comprato a € 100 in contanti ogni asino che gli sarebbe stato offerto. I contadini erano effettivamente un po' sorpresi, ma il prezzo era
alto e quelli che accettarono tornarono a casa con il portafoglio gonfio, felici come una pasqua. L’uomo venne anche il giorno dopo e questa volta offrì 150 € per asino, e di nuovo tante persone gli vendettero i propri animali. Il giorno seguente, offrì 300 € a quelli che non avevano ancora venduto gli ultimi asini del villaggio.
Vedendo che non ne rimaneva nessuno, annunciò che avrebbe comprato asini a 500 € la settimana successiva e se ne andò dal villaggio. Il giorno dopo, affidò al suo socio la mandria che aveva appena acquistato e lo inviò nello stesso villaggio con l’ordine di vendere le bestie 400 € l’una. Vedendo la possibilità di realizzare un utile di 100 €, la settimana successiva tutti gli abitanti del villaggio acquistarono asini a quattro volte il prezzo al quale li avevano venduti e, per far ciò, si indebitarono con la banca. Come era prevedibile, i due uomini d’affari andarono in vacanza in un paradiso fiscale con i soldi guadagnati e tutti gli abitanti del villaggio rimasero con asini senza valore e debiti fino a sopra i capelli. Gli sfortunati provarono invano a vendere gli asini per rimborsare i prestiti. Il corso dell’asino era crollato. Gli animali furono sequestrati ed affittati ai loro precedenti proprietari dal banchiere. Nonostante ciò il banchiere andò a piangere dal sindaco, spiegando che se non recuperava i propri fondi, sarebbe stato rovinato e avrebbe dovuto esigere il rimborso immediato di tutti i prestiti fatti al Comune.
Per evitare questo disastro, il sindaco, invece di dare i soldi agli abitanti del villaggio perché pagassero i propri debiti, diede i soldi al banchiere (che era, guarda caso, suo caro amico e primo assessore). Eppure quest’ultimo, dopo aver rimpinguato la tesoreria, non cancellò i debiti degli abitanti del villaggio ne quelli del Comune e così tutti continuarono a rimanere immersi nei debiti.
Vedendo il proprio disavanzo sul punto di essere declassato e preso alla gola dai tassi di interesse, il Comune chiese l’aiuto dei villaggi vicini, ma questi risposero che non avrebbero potuto aiutarlo in nessun modo poiché avevano vissuto la medesima disgrazia. Su consiglio disinteressato del banchiere, tutti decisero di tagliare le spese: meno soldi per le scuole, per i servizi sociali, per le strade, per la sanità … Venne innalzata l’età di pensionamento e licenziati tanti dipendenti pubblici, abbassarono i salari e al contempo le tasse furono aumentate. Dicevano che era inevitabile e promisero di moralizzare questo scandaloso commercio di asini. Questa triste storia diventa più gustosa quando si scopre che il banchiere e i due truffatori sono fratelli e vivono insieme su un isola delle Bermuda, acquistata con il sudore della fronte.
Noi li chiamiamo fratelli Mercato. Molto generosamente, hanno promesso di finanziare la campagna elettorale del sindaco uscente.
Questa storia non è finita perché non sappiamo cosa fecero gli abitanti del villaggio.

E voi, cosa fareste al posto loro?
Che cosa farete?

Se questa storia vi ricorda qualcosa, ritroviamoci tutti nelle strade delle nostre città e dei nostri villaggi Sabato 15 ottobre 2011 (Giornata internazionale degli indignati) … e fate circolare questa storiella….

A UDINE in piazza XX SETTEMBRE dalle 15 alle 19…..
ASPETTIAMO ANCHE TE
!!!

Look at... all the pictures

😎

CLIMBING CENTER

… @ SAN LEONARDO – VALLI DEL NATISONE (UD)

E’ stata inaugurata sabato scorso, 13 Ago 2011 alle 18.00, la nuova struttura d’arrampicata di San Leonardo nelle Valli del Natisone. Grazie, infatti, al contributo della Regione il Comune ha potuto realizzare un nuovo edificio a ridosso della preesistente palestra destinandolo all’arrampicata. Al momento all’interno ci sono due pannelli strapiombanti che partono da una base verticale, ma senz’altro ci sarà la possibilità di aggiungerne altri.
Alcuni climbers locali hanno contestato il modo di operare del Comune che non li ha coinvolti nella fase di progettazione della struttura. L’accesso alla palestra, ad esempio, avviene attraverso un atrio, cioè un gabbiotto in cemento armato, che smista gli sportivi tra le due sale portando via molto spazio alla sala. Inoltre qualcuno avrebbe preferito avere una finestra anche a Sud.
A parte questo rimane una bella struttura che adesso aspetta solo di trovare una società che la gestisca.

Cliccando sull’immagine si può accedere all’album dove si trovano le foto ( le ultime in fondo alla pagina ) ->

Palestra di arrampicata @ San Leonardo - Valli del Natisone (UD)

😎

MASSONI

PER CASA

Giovedì 10 Novembre 2011 alle 18.00 presso la libreria Feltrinelli a Udine, in via Canciani 15, verrà presentato il romanzo “Massone per Caso” di Emilio Francesco Graaz, edito da Audax Editrice.
Il libro sarà presentato da Mauro Missana ( direttore di Radio Onde Furlane ) e all’incontro sarà presente l’editore Emanuele Franz.
Il Romanzo-inchiesta, ambientato a Udine, ha come sfondo la realtà della massoneria e dei suoi meccanismi nel mondo della provincia, dalle operazioni di cui si serve per l’affiliazione di un profano alle illecite operazioni di cui si adopera per sedurre gli affiliati ed infine alle Lobby di potere economiche e il controllo sociale.
L’OPERA E’ ISPIRATA COMPLETAMENTE A FATTI VERI in seguito a diverse testimonianze raccolte.
Un romanzo che fa luce su un aspetto oscuro della nostra vita sociale ed economica.

Massone per caso

😎

UNO SGUARDO VERSO

IL CIELO

Look at... Pantanella movie Siamo alla fine d’anno ed è tempo di bilanci anche per webandana; iniziamo con i numeri che le statistiche di Google ci forniscono:
le visite sono state 27.120
i visitatori unici 19.564
le pagine visualizzate 144.927 ;
coloro che utilizzano il browser IE si attestano al 42%, Firefox è al 32%, Safari al 13%, Chrome all’8% e Opera al 5%;
oltre un migliaio sono stati i climbers che hanno provato a fare il Test nella sezione training del sito.
Ma volgendo lo sguardo oltre i numeri, possiamo ricordare che questo è stato l’anno in cui, su proposta del ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla, è stato approvato il disegno di legge per l’ordinamento delle professioni del turismo montano in cui viene delineata la figura del maestro di arrampicata. Mentre a febbraio, quando il CIO ha ratificato e riconosciuto definitivamente l’ IFSC, è stato compiuto un passo fondamentale per l’ammissione ai giochi olimpici dell’arrampicata sportiva. Tito Traversa, un climber di solo 9 anni, ha di nuovo confermato le sue capacità arrampicatorie realizzando il suo primo 8a+, il climber spagnolo Francisco Marìn aka Novato ha realizzato “Botanics”8b/+ niente di straordinario se non fosse che si tratta di un 58enne. Ma non sono mancate le performance in campo femminile. La 17enne climber americana Sasha Digiulian riesce dopo 5gg di lavoro su “Welcome to Tijuana” 8c a Rodellar in Spagna. La giovanissima climber russa Zhenja Kazbekova (13 anni ) riesce su “Parallelniy Mir” ( 8b+ ) a Red Stone ( Krasny Kamen ) in Crimea. E La quasi 40enne climber, Eva Lòpez, sale OS “El Capataz Incapaz”, 8a, nella falesia di Chulilla.
Per quanto riguarda il sito nella pagina delle climbing news è possibile essere aggiornati sulle ultime realizzazioni dei top climbers intorno al mondo. E’ stata aggiornata la pagina Libri, un bookstore dove sono elencate non solo le guide per l’arrampicata e a cui tutti posssono contribuire inviando le proprie segnalazioni.
Adesso la mailing-list climbingFriuli ha raggiunto i 370 iscritti, ormai siamo veramente in tanti e possiamo cominciare a pensare di organizzarci per qualche uscita insieme.
Nella nuova pagina climbers on twitter , invece, è possibile restare in contatto con i climbers di tutto il mondo.
Nel blog continua la pubblicazione delle vignette di Mìrok, lo spaventapasseri, e Gina, l’allodola.
Con il proposito di essere sempre di + a praticare questo sport bellisssimo vorrei fare di cuore un grande ringraziamento a tutti coloro che hanno dato consigli per migliorare il sito, hanno commentato le vie, o lo hanno visitato!

MANDI A DUCJ !
Sempre per nuove emozioni !

😎

INAUGURAZIONE SKATEPARK

AL PARCO ARDITO DESIO DI UDINE

Domenica 05 Dic 2010 alle 10.00 verrà aperto al pubblico il nuovo SKATEPARK realizzato dal Dipartimento Infrastrutture – Servizio Infrastrutture 1 del Comune di Udine con la collaborazione di Freeul Skateboarding, l’associazione regionale degli skateboarders.
Alle 14.00 ci sarà l’inaugurazione ufficiale e a seguire la festa fino alle 17.00. A fare da cornice all’evento c’è la musica funky e hip-hop a cura di dj italiani e sloveni mentre più di 30 writers dipingeranno le pareti intorno allo skatepark. L’inaugurazione si integra con la tappa italiana di “Euromonkeys”, il circuito internazionale di street-art che ospita artisti di fama europea, oltre che ai rappresentanti regionali del graffitismo.

Pista di skateboard al Parco Ardito Desio di Udine

😎

MIROK AT POMPEI

Mirok the scarecrow and Gina the lark

Mirok lo spaventapasseri e Gina l'allodola

Mirok lo spaventapasseri e Gina l’allodola
Gina – Ciao Mirok !
Mirok – Ciao Gina ! Hai sentito ? … per Natale uscirà il nuovo film dei Vanzina.
Gina – Ah sì… Vacanze a Pompei.
Mirok – Andiamo a vedercelo ?
Gina – Certo… almeno potremmo dire di aver visto Pompei prima che crolli tutto !!!

PREMI FRIÛL

SI CJANTE PAR FURLAN

Il 3 e 4 Dicembar, aes 21.00, alì dal teatri “Palamostre” di Udin e torne “Musiche* pe gnove musiche furlane”, l’apontament che ogni an al premie lis plui bielis produzions discografichis in lenghe furlane ma no dome parcè che a Musiche si zontarà “Muzike” ven a stai a saran ospitàs ancje dai grops ca cjantin in lenghe slovene. Il 3 Dicembar si podaran scoltà i BK Evolution, des valadis dal Nadison, cun il lôr folk rock, il pianist Tonç Feinig de Austrie e i Melodrom grop dark di Lubiana. A sierà le giornade dal 3 a saran i R.esistence in Dub vincidôrs dal premi dal public al Liet International Festival. Come par solit, cheste manifestazion e je leade al Premi Friûl, concors aromai storic dedicât ai gnûfs musiciscj che a cjantin par furlan. Chest an a si zonte ancje une sezion dedeade ai fumets in dulà che i autôrs e varan di contà alc che al fasedi riferiment al riviel de joibe grasse dal 1511.

I grops in finâl al Premi Friûl il 4 Dicembar a son:

Ad plenitatem Lunae (folk-metal da Gemona),
Savac (punk-rock con venature melodiche),
L’una e un Quarto (etno folk d’autore dalla profonda Bassa friulana),
Ulisse e i Ciclopi (giovanissimo duo Blues-core aggressivo ed ispirato),
Mig 29 Over Disneyland (potente combo carnico d’ispirazione punk).

Al concors pe gnove musiche furlane a parteciparan ancje:
Nosisà, Lino Straulino e Orchestra Cortile

Premi Friûl

SCRÎF

SMS PAR FURLAN

La Provincie di Udin al à inmaneât un gnûf software in graciis dal cual al è pussibil meti sù sul propi telefonin un sisteme di predizion dal test par furlan, che al darà la pussibilitât di doprâ la marilenghe furlane.
Par podê doprâ chest sisteme al sarà suficient che il propit telefonin al sedi compatibil cun Java. Il software al pues jessi scjariât dal sît de Aministrazion Provinciâl e po dopo instalât sul telefonin cul propi computer o ricevint la aplicazion traviers de stesse rêt celulâr.
Il progjet, finanziât cul contribût de leç 482/99 cul parê positîf dal A.R.Le.F., al è stât realizât, pe part tecniche de Open Lab (inz. Carlo Zoli) e pe part linguistiche de Cooperative di informazion furlane.

Dut câs la aplicazion e je in vie di sperimentazion e duncje e podarès presentâ difiets o imperfezions. In chest câs o sarìn grâts se nus mandais une segnalazion in mût di podê miorâ la aplicazion.

Sclice su le figure dal telefonin par discjamà il software

Scrîf sms par furlan !

UN MONDO TUTTO

COLORATO !

S U N S
Il festival della canzone in lingua minoritaria sarà al via sabato 28 agosto 2010 alle 21.00 in piazza San Giacomo a Udine.

L’ Arlef à inmaneat le seconde edizion di SUNS il Festival de cjançon in lenghe di minorance che si davuelzarà sabide ai 28 di Avost dal 2010 aes 21.00, in place S. Jacum a Udin, dentri dal program di Udinestate (se al plûf l’apontament al è al Teatri Palamostre, simpri a Udin).

La manifestazion, organizade in colaborazion cu la Provincie di Udin, Comun di Udin, la cooperative Il Campo… e Radio Onde Furlane, e fâs part dal circuit musicâl che al zire ator dal Liet International, il festival european di riferiment par chel che al inten la musiche in in lenghe di minorance.

I partecipants de edizion 2010 a saran 9 in rapresentance di 8 minorancis diviersis, ma ancje di gjenars musicâi difarents, a dimostrazion di trop vivarose che e je la produzion artistiche tes lenghis mancul pandudis. I finaliscj selezionâts a son:

1. Bališ (rock par sloven de Carinzie)

2. Bentesoi ( electro-dub de Sardegne)

3. Ganes (tercet feminin soul-pop ladin)

4. Lou Seriol (folk-punk par ocitan)

5. R.Esistence in Dub (Reggae-Dub dal Friûl) look at…the video

6. Pantan (Rock par furlan)

7. Pascal Gamboni (cjantautôr dal cjanton dai Grisons)

8. Shardana (Metal par sart) che a sunaran pe prime volte fûr de isule

9. Stephane Casalta (Cjançon di autôr de Corsiche)

Special guest di SUNS 2010 al sarà il pianist furlan Glauco Venier, che al sunarà intun conciert in solo. Venier al rivarà sul palc di SUNS diretementri di Parîs, dulà che al sunarà al Olympia, il storic teatri dal 9° arrondisement fondât tal 1888, ancjemò vuê la plui antighe music hall parigjine in ativitât. La sô presince, ven a stâi, e je pardabon un regâl preseôs che al contribuìs a insiorâ il Festival ancjemò di plui.

😎

LA GOLETTA VERDE

ALLA MARINA DI SAN GIORGIO DI NOGARO

La Goletta Verde di Legambiente ha fatto tappa in questi giorni ( 28/29 ) a S. Giorgio di Nogaro e stamattina in una conferenza stampa è stato rilasciato il rapporto sull’inquinamento del mare che bagna il litorale friulano. Ecco in sintesi cosa è emerso:

Le minacce più gravi per il mare e i 111 chilometri di coste friulane arrivano dalle foci dei fiumi, che rappresentano quattro dei sei punti critici rilevati. Fortemente inquinate la foce dell’Aussa-Corno, dell’Isonzo, dello Stella e del Tagliamento.
Gravemente contaminati anche i punti campionati nei comuni di Lignano Sabbiadoro e Monfalcone, nelle località Pantanel e Marina Julia, a valle del depuratore che sbocca in laguna il primo e di fronte al lido il secondo.

“Le analisi di Goletta Verde sono un forte grido d’allarme: mettono in evidenza una situazione di gravissimo deterioramento dei fiumi, e quindi del mare friulano – ha commentato Giorgio Zampetti, portavoce di Goletta Verde – proprio nell’anno in cui è entrata in vigore la nuova normativa sulla balneabilità, con limiti assai più permissivi rispetto alla precedente Dpr 470/1982.
È del tutto evidente come la grave contaminazione microbiologica dei fiumi friulani sia legata a doppio filo con reti fognarie e servizi depurativi deficitari.
Di più, come dimostrano i monitoraggi effettuati anche sul canale in località Fossalon del comune di Grado e sulle acque del fiume Isonzato prelevate nel comune di San Canzian d’Isonzo, in località Terranova, entrambi usciti gravemente inquinati, la contaminazione microbiologica di corsi d’acqua e mare è frutto di un sistema depurativo non solo scarsamente efficace, ma in alcuni casi totalmente assente. E come se non bastasse, ai casi di scarsa depurazione, si aggiungono anche quelli di cattiva manutenzione delle condutture. Lo dimostra il campionamento fatto a largo della costa Triestina, lungo la conduttura del depuratore di Servola, dove a causa di una falla l’acqua è risultata essere gravemente inquinata, con livelli di contaminazione di oltre sei volte superiori ai limiti di legge. Ciliegina sulla torta: la falla in questione si trova proprio in prossimità dell’Area Marina Protetta di Miramare.”

“Siamo al paradosso – denuncia Giorgio Cavallo, presidente Legambiente Fvg – anziché salvaguardare le nostre risorse naturali più preziose, investire nelle riserve di biodiversità lasciamo che le Aree marine protette vengano contaminate direttamente dalle fogne. Per la tutela dell’Alto Adriatico occorrerebbe, invece, avviare protocolli di intesa per una gestione integrata e coordinata delle politiche ambientali tra tutti gli Stati che affacciano su questo delicatissimo tratto di mare. Politiche che dovrebbero prendere in considerazione non solo la qualità delle acque, ma anche le attività di pesca, portualità e trasporto marittimo commerciale, senza dimenticare le infrastrutture energetiche”

Le cattive notizie per le coste friulane non si fermano alla insufficiente depurazione, ma arrivano anche dalle coste e si chiamano cemento abusivo vista mare e pesca di frodo. Tra abusi edilizi sul denamio marittimo, pesca illegale, scarichi abusivi e infrazioni al codice della navigazione, sono 1,6 le illegalità per chilometro di costa di questa Regione.

Per avere una prospettiva positiva bisogna prendere in considerazione l’andamento degli illeciti sulle coste: nel 2009 erano 4,1 per chilometro, contro gli 1,6 di quest’anno.

I prelievi vengono eseguiti dalla squadra di tecnici che viaggia via terra e vengono effettuate le analisi chimiche direttamente in situ con l’ausilio di strumentazione da campo. I campioni per le analisi microbiologiche sono prelevati in barattoli sterili e conservati in frigorifero, fino al momento dell’analisi, che avviene nei laboratori mobili lo stesso giorno di campionamento o comunque entro le 24 ore dal prelievo. I parametri indagati sono microbiologici (enterococchi intestinali, escherichia coli) e chimico-fisici (temperatura dell’acqua, pH, ossigeno disciolto, conducibilità / salinità).

COORDINAMENTO DI CLIMBERS

… = tutti insieme si può cambiare le cose in meglio

Attualmente, in base alla legge Bassanini del ’89, l’insegnamento dell’arrampicata su roccia è demandato alle Guide Alpine e ai corsi del CAI.
La legge prevede anche il reato di esercizio abusivo della professione di Guida Alpina, per cui chiunque non sia una Guida Alpina e insegni ad arrampicare ad un amico lo fa a suo rischio e pericolo.
Una gran brutta legge perchè non prevede una figura specifica per l’insegnamento su roccia. Le Guide Alpine, infatti, effettuano una formazione seria ma che spazia dallo sci, all’alpinismo, all’arrampicata sportiva. Così ci troviamo nella situazione di avere istruttori societari (6b a vista ) e federali ( 7b a vista ) della FASI che pur avendo una preparazione specifica nel campo dell’arrampicata sportiva non possono insegnare ad arrampicare in falesia.
Ora sembra che qualcosa si stia muovendo per cambiare questa situazione, mi riferisco al disegno di legge del ministro del Turismo Brambilla per l’ordinamento delle professioni in relazione al turismo montano dove è prevista una nuova figura professionale quella del Maestro d’arrampicata che opererebbe su terreni rocciosi ma non in ambito alpino.
Il DDL introduce, inoltre, a livello nazionale alcune figure già previste da leggi regionali (la guida speleologica, la guida equestre), disegna meglio il profilo di altre professioni già individuate per legge, come l’accompagnatore di media montagna, la guida vulcanologica, la guida alpina, specifica la natura della scuola di alpinismo, dà una precisa definizione di tecniche e materiali alpinistici il cui utilizzo sarà riservato a figure professionali adeguatamente preparate.
Il disegno di legge interviene in una materia oggetto di competenza concorrente Stato-Regioni e stabilisce che spetta allo Stato individuare le nuove figure professionali e i requisiti o i titoli necessari per l’esercizio di professioni che necessitano comunque di una specifica preparazione a tutela di interessi pubblici generali, come la salute e la sicurezza delle persone, mentre è rimessa alla competenza regionale la formazione delle figure professionali definite con legge dello Stato.
Il DDL è stato approvato dal Consiglio dei Ministri ma dovrà superare diverse tappe prima di arrivare davanti alle Camere, tra cui la Conferenza Stato-Regioni.
Per questo credo sia importante si formi un COORDINAMENTO DI CLIMBERS in grado di fornire indicazioni utili ai nostri politici per formare una legge rispondente alle nostre esigenze.
Se demandiamo tutto alla FASI rischiamo di trovarci ancora con una legge inadeguata.
Chiunque sia interessato, o ha info in merito mi raccomando si faccia sentire e forse con il contributo di tutti riusciremo a portare a casa una buona legge.

more info sulla legge Bassanini dell’89 le potete leggere qui

qui potete leggere la descrizione del DDL

Mandi a ducj !