Creta di Aip e bivacco Ernesto Lomasti

Ernesto Lomasti: talento friulano n. 1

(Udin29 Otubar 1959 – Arnad12 Jugn 1979

Ernesto Lomasti, il plui fuart alpinist furlan, stant a chel che nus conte Ignazio Piussi, e à lassât une biele olme intal mont dai rimpinadôrs cun dut ch’al jere zovin . . . intal 45° inovâl de sô muart, avignude il 12 di Jugn dal 1979 ad Arnad cuant che nol veve ancjemò 20 agns, o vin voie di dedeâi un biel post par pandi ai fruts di vuê il so cûr fuart e la sô passion in mût che a sedin sburtâts viers gnovis aventuris in mont. . .

Le Prime Grandi Scalate
Negli anni ’60, Ernesto cominciò a farsi notare nel mondo dell’arrampicata. Le sue imprese erano tanto audaci quanto innovative. Non si limitava a scalare le vie già tracciate, ma cercava costantemente nuove sfide, nuovi percorsi da esplorare. Una delle sue prime grandi conquiste fu la salita del Monte Coglians, la vetta più alta delle Alpi Carniche. Questa scalata segnò l’inizio della sua leggenda.

Un Pioniere dell’Arrampicata Libera
Negli anni ’70, Ernesto fu tra i pionieri dell’arrampicata libera in Italia. A differenza dell’arrampicata tradizionale, che faceva uso di chiodi e altre attrezzature per garantire la sicurezza dell’arrampicatore, l’arrampicata libera si basava unicamente sulla forza e sull’abilità dell’atleta. Ernesto abbracciò questa filosofia con entusiasmo, diventando uno dei suoi più ferventi promotori.

L’Impegno per la Natura
Ma Ernesto Lomasti non era solo un grande arrampicatore. Era anche un amante appassionato della natura e un fervente sostenitore della sua conservazione. Spesso organizzava spedizioni per pulire i sentieri di montagna e sensibilizzare la gente sull’importanza di rispettare l’ambiente. La sua filosofia era semplice: la montagna ti dà tanto, e tu devi restituirle altrettanto, se non di più.

L’Ultima Scalata
La vita di Ernesto fu tragicamente interrotta nel 1979, quando aveva appena vent’anni. La sua scomparsa prematura fu un duro colpo per tutti coloro che lo conoscevano e lo ammiravano. Anche se la sua vita fu breve, lasciò un’impronta indelebile nel mondo dell’arrampicata.

Un Esempio per le Generazioni Future
Oggi, 45 anni dopo la sua scomparsa, Ernesto Lomasti è ancora ricordato come un pioniere ed è di ispirazione per tutti gli amanti della montagna. La sua passione, il suo coraggio e il suo impegno per la natura sono un esempio per le nuove generazioni di arrampicatori. Ogni volta che mettiamo le mani su una parete rocciosa, ogni volta che affrontiamo una nuova sfida, lo spirito di Ernesto è lì con noi, guidandoci e incoraggiandoci a dare il massimo.

Il ricordo
In Friuli, la memoria di Ernesto Lomasti è celebrata sui siocial con affetto e rispetto. Ogni anno, appassionati di montagna e vecchi amici si riuniscono per ricordarlo con scalate commemorative e racconti delle sue imprese. È un modo per tenere viva la sua memoria e per trasmettere alle nuove generazioni il valore della determinazione, del rispetto per la natura e dell’amicizia.

Ernesto Lomasti non è solo un nome nella storia dell’arrampicata; è un simbolo di ciò che significa vivere appieno la propria passione. La sua vita e le sue imprese ci ricordano che, anche se il corpo può venire meno, lo spirito e l’ispirazione che una persona lascia dietro di sé possono durare per sempre. Quindi, la prossima volta che vi trovate davanti a una parete rocciosa, pensate a Ernesto e lasciatevi ispirare dal suo esempio. Perché, in fondo, arrampicare non è solo una questione di forza fisica, ma anche di cuore e anima.

Ernesto al è stât une vore inovatôr jessint tra i prins a provâ a rimpinâsi sul VII grât cun i scarpons pandint cussì une biele destrece e une volontât fûr dal comun. . . in so onôr, al è stât fat sù un biel bivac lì de Sele di Aip intes Alps Cjargnelis, par visâsi dal so spirt aventurôs e braurôs . . . po dopo, il bivac si cjate intune biele posizion sedi par passâ la gnot cjalant lis stelis prin di butâsi intal sac a pêl sedi par lâ a fâ diviersis cjaminadis dut tor ator. . . un biel zîr al podarès jessi chel di lâ a fâ la ferade de Tor Clampil tornant jù pe ferade Contin . . .

Ernesto Lomasti al restarà par simpri intai nestris cûrs ancje se no lo vin cognossût di persone e al sarà simpri un biel esempli par ducj i fantâts passionât di montagne . . .
Mandi di cûr !!!

La Biografie di Ernesto Lomasti . . .

Creta di Aip . . .

#peaceandlove


☮ − ☯ − ☵ − ☸ − 🌍




Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito gestisce tutti i dati trattati nel rispetto del Regolamento europeo noto come GDPR che riguarda il trattamento e la libera circolazione dei dati personali, inoltre utilizza i dati al solo fine di fornire i servizi richiesti. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Nessun dato trattato è fornito a terze parti.
Privacy Policy OK !