L’ALPE ADRIA

ROLLER-COASTER 2008

Chi c’è stato, come me, per la prima volta sulla ciclabile che da Camporosso-Tarvis mena a Coccau si è reso conto che non si trattava di una tranquilla pista ma di una specie di rolller-coaster dove i continui saliscendi mettono a dura prova le fasce muscolari interne delle cosce e la capacità di frenata di ogni pattinatore. E solo grazie ai bikers abbiamo potuto affrontare in tranquillità i tratti più erti, limitando al min i danni. In fondo c’è stato solo qualche scivolone, e nulla di più. 😉 Un grazie, quindi, a tutti quelli che ci hanno accompagnato con le bici. In ogni caso la soddisfazione di pattinare in mezzo ai boschi millenari della foresta di Tarvisio ci ha ripagato di ogni fatica e al rientro alle macchine ci sentivamo tutti piacevolmente stanchi. Così, in pizzeria abbiamo potuto affrontare allegramente l’ultima prova, la più dura, l’assegnazione dei premi, con tanto di nominations. 🙂
Un grazie a tutti quelli che hanno partecipato e un rivederci a presto.
Naturalmente un mega ringraziamento a tutti i gruini che si sono prodigati per organizzare l’evento.
A proposito, quasi dimenticavo, per stasera vorrei fare un Grosso in bocca al lupo alla nazionale italiana: FORZA AZZURRI !

MANDI A DUCJ !
kisses and hugs
by Manolo

A TWISTED DAY

A twisted day is when your mind and your body don’t living in armony.
That’s what happend to me last sunday (on 4th of May ) when I have taken part in the 1st INLINE SKATING HALF MARATHON in Trieste during the “Bavisela” event. My mind said: “let’s run !”, my body said:”I wish to stay to sleep another little!”.
The result has been a very hard race.
But at the end the time hasn’t been so bad: 1h: 03′: 36”.
I’d like to greet all the riders I have met.

Mandi a ducj ! 🙂

CICO

at VELDEN SEE

Un lago, una ciclabile che lo costeggia, boschi e prati dove i bambini posssono giocare. Tutto questo è il lago di Velden am Wörthersee a circa 150 km da Udine, in Austria. Un vero spettacolo della natura. Qui, domenica scorsa, abbiamo incontrato Cico, il terranova che non ne voleva sapere di essere trasportato sulla carrozzella ma preferiva farsi a quattrozampe i 44km dell’anello intorno al lago insieme a ciclisti, pattinatori e podisti. Si tratta di una manifestazione, tipo le nostre pedalate cittadine, molto ben organizzata con posti di ristoro disposti in più punti lungo il percorso quasi tutto pianeggiante con qualche sali e scendi non impegnativo, con strade chiuse e tanta tanta gente. E, udite udite, a differenza di quanto succede da noi, il tutto è gratuito.
😎

Look at… the pictures about VELDEN SEE !

ABBIAMO GUARDATO

IN FONDO AL POZZO DEI DESIDERI

e abbiamo visto riflessa la nostra immagine, i nostri desideri, le nostre paure, i nostri dubbi, le nostre speranze ma soprattuto un abbraccio grande come PRATO DELLA VALLE. E allora… il cielo si è messo a sorridere e i raggi del sole hanno reso il nostro abbraccio + caloroso. Così una domenica iniziata con un asfalto bagnato, un cielo grigio, dei pattinatori incerti sul da farsi si è conclusa nel migliore dei modi.
Ma a riscaldare i nostri cuori ci avevano già pensato Silvia e Carlo con la loro calorosa accoglienza in quel di Portello dove ci siamo incontrati il sabato sera, prima di partire per un giro by night per le stradine e le piazze del centro di Padova che ricordano un po’ Venezia per lo stile dei palazzi e un po’ Bologna per i portici. E come marinai in giro per il mondo siamo sbarcati su un’Isoletta a cenare in allegra compagnia.
Un mega mega saluto a Silvia, a Carlo, a tutti gli organizzatori e un ringraziamento a Silvia per l’ospitalità . Salutoncici a tutti i pattinatori che abbiamo incontrato.

MANDI A DUCJ !
kisses and hugs
by Manolo

Look at… the pictures: rollerLove a Padova in piazza Prato della Valle

PIT SERVIZI

è aperto dal 1° marzo a Porpetto (UD) a cura della locale sezione di cittadinanza attiva.
Di cosa si tratta:
“PiT Servizi è stato attivato nel 1998 per fornire gratuitamente informazione, assistenza e consulenza ai cittadini nei settori dell’energia, della pubblica amministrazione, dei servizi assicurativi, bancari, postali, delle telecomunicazioni e del trasporto.
Oltre al servizio nazionale, dislocati sul territorio, sono andati via via costituendosi i PiT Servizi locali. ”
Un’importante iniziativa per aiutare i cittadini, cioè tutti noi, a districarci nella giungla delle leggi. 😉

LANG

FURLAN 🙂

Tor une tal daspomisdì (ore furlane), si davuelzarà a Colonia Caroya, in Argjentine, la seconde cunvigne dedicade a “Lenghis minoritariis, media, emigrazion” inmaneade de Comunitât Culinâr dal Friûl cu la colaborazion de Regjon Friûl Vignesie Julie. L’apontament al sarà trasmetût in videoconference su www.friul.tv e in direte radiofoniche su Radio Onde Furlane (che e trasmet sui 90.00/90.20 FM Friûl, e sui 96.60 FM te zone di Colonia Caroya e che si pues scoltâ ancje in streaming di chest sît).
Chest secont apuntament che si davuelzarà in Argjentine al vûl puartâ la riflession su la necessitât di une comunicazion ative no dome in direzion des comunitât emigradis, ma ancje tra di lôr e cu la tiere di divignince.
Mandi a ducj i furlans sparniçâts ator pal mont !

Lei il program complet de zornade.

Streaming on friul.tv

OH ROMEO

…così sospirava Giulietta quando Romeo, sotto il suo balcone, le sussurarva dolci parole.

Ma come e, soprattutto, dove nasce la storia di Giulietta e Romeo ?
Nasce nel lontano 26 febbraio 1511 in quel di Udine, a palazzo dei Savorgnan quando Luigi Da Porto s’ innamora della bella cugina Lucina Savorgnan durante la festa del giovedì grasso. Un amore corripsosto ma che le lotte familiari di quel periodo renderanno impossibile.
La storia delle vicende dei due amanti verrà poi raccontata in una novella dallo stesso Da Porto. Ed è su questo racconto che Shakespeare si baserà per scrivere la sua opera.
Ora a distanza di quasi cinquecento anni Albino Comelli e Francesca Tesei hanno riscostruito quelle vicende nel loro libro “Giulietta e Romeo. L’origine friulana del mito”.
Chi l’avrebbe mai creso? 🙂

W R U

è la web radio dell’Università degli studi di Udine

E’ una radio “All On demand” ricca di contenuti e rubriche.
La sede si trova a Gorizia in via Diaz 5, presso il “Palazzo Alvarez”.

“La nostra mission è favorire l’integrazione dell’ascoltatore nel tessuto scientifico, attraverso lo sviluppo professionale e la ricerca all’interno di questo laboratorio di radiofonia. La nostra mission valoriale vuole contribuire a creare opportunità di tirocinio, ovvero nuove figure professionali da inserire nel settore della comunicazione che si basa sul web 2.0 e sul forte gioco di squadra che tiene unito il nostro gruppo.”

IN BOCCA AL LUPO, GUYS ! 😉

Look at… WRU – la web radio dell’università di Udine

FOLLYWOOD

ovvero LA CINEMATOGRAFIA IN FRIULI

La “Film Commission FVG” è un’associazione rivolta allo sviluppo, formazione e distribuzione delle produzioni cinematografiche in Friuli. Dal novembre 2006 è stato istituito il FONDO REGIONALE PER L’AUDIOVISIVO grazie al quale l’associazione finanzia la produzione audiovisiva locale permettendo ad imprese e associazioni di contare su un supporto finanziario e formativo di ottima qualità. Quest’anno il 3° bando per accedere ai fondi scade l’ 8 marzo, ma nel corso dell’anno ce ne saranno altri due, uno a maggio e l’altro a ottobre.
L’ 11 – 12 marzo presso la stazione marittima di Trieste ci sarà un incontro tra le raltà produttive dell’euro Regione ( Austria, Slovenia, Croazia, Friuli e Veneto ) nell’intento di promuovere la cooperazione fra paesi vicini. Mentre il 20 – 21 aprile nell’ambito della rassegna FAR EAST ci sarà l’incontro tra cinematografia dell’oriente e dell’occidente.
Un’interessante opportunità per la cinematografia friulana, sia per il sostegno finanziario sia per la possibilità di scambiare esperienze con altri filmakers che operano nella regione e che spesso non hanno la possibilità di incontrarsi e conoscersi. Ma anche una buona opportunità di sviluppo per tutto il territorio, visto che la produzione di un film è una produzione a notevole valore aggiunto coivolgendo numerose aziende, come nel caso del film che Salvatores sta girando in Friuli. 😉

Ascolta Radio Onde Furlane: intervista a Paolo Vidali

Look at… film Commission FVG

COSA SUCCEDE

IN RETE ?

A questa domanda cercherà di rispondere la conferenza che si terrà l’ 8 – 9 febb al Visionario di Udine. Saranno due giorni di incontri dove interverranno esperti da ogni dove per sviscerare i temi + rilevanti che riguardano la rete.
La partecipazione alla conferenza è gratuita, ma è necessario registrarsi in anticipo per garantirsi il posto in sala. La segreteria organizzativa è a disposizione dei partecipanti per prenotare eventuali pernottamenti negli alberghi convenzionati.

CORS DI LENGHE FURLANE

… Di Zenâr 2008 a tachin i CORS PRATICS DI LENGHE FURLANE, in cetancj comuns de Regjon. Si fondin soredut sul studi de gramatiche e de grafie de lenghe furlane. Chescj cors a nassin cun chê di stiçâ la int a lei e scrivi par furlan, e di aprofondî i aspiets storics e culturâi, leteraris e des tradizions popolârs; cul stes fin, in armonie cui cors, la SFF e inmanee lis lezions viertis, ven a stâi conferencis viertis a ducj, e gjitis in chei puescj de nestre regjon che a àn un particolâr interès storic e artistic.

Lis lezions a son viertis a di ducj, cence nissun limit ni di etât ni di titul di studi, tant plui che nol covente che i frecuentants a savedin za il furlan.

I argoments parferîts a son: leture dai autôrs plui rapresentatîfs de leterature furlane, elements di storie dal Friûl cun riferiments ae storie taliane e europeane, gjeografie regjonâl, gramatiche, sintassi, grafie de lenghe, esercitazions pratichis di leture e scriture, elements di storie de art e des tradizions popolârs.

Par viodi la liste dai comuns dulà che si davuelzaran i cors, cu la indicazion dal calendari des lezions visite il sit de Societât Filologjiche Furlane

M A N D I ! 😎

FRIULI TERRA DI…

THRILLERS 😎

Gabriele Salvatores, il regista napoletano, autore di Mediterraneo trova ancora una volta ispirazione in un romanzo di Niccolò Ammaniti, “Come Dio comanda”, per il suo prossimo film che verrà girato in quel di Majano ( UD ). Si tratta di un thriller emozionante con sullo sfondo una storia d’amore tra un padre e un figlio.
Per scegliere le comparse e alcuni attori Salvatores effettuerà un casting nella sala Ciro di Pers presso il Municipio di Majano sabato 12 e giovedì 17 gennaio 2008 dalle 16.00 alle 20.00. Per il film si cercano anche ragazzini di 13-14 anni che sappiano fare skateboard o giochi di strada.

PANE E SKATES

Lo scorso fine settimana siamo stati ospiti di Mauro a Vicenza. La sera di sabato abbiamo potuto approfittare della notte bianca per farci un giro nel Centro Storico e ammirare piazza dei Signori, la Basilica Palladiana , il Teatro Olimpico e il ponte S.Michele sul Retrone . La mattina verso le 10.30 ci siamo trovati in viale Margherita vicino all’arco di Trionfo per partire lungo la ciclabile della Riviera Berica che abbiamo percorso fino a Lumignano. Qui mi si è aperto il cuore quando guardando i colli ho visto la mitica Falesia di Lumignano. Una fascia di roccia dove tutti i climber, + o – top, sognano di arrampicare. 😉
Ritornati sui nostri passi siamo passati vicino al lago di Fimon, lungo una strada leggermente in salita e con un asfalto viscidone assai. Poco dopo in un tratto in discesa Maura, una ragazza di Vi, è volata. Per noi è stato un momento tremendo. Per fortuna la presenza di una dottoressa ci ha permesso di soccorrerla e grazie alla moglie di Piero, che ci seguiva con il camper, abbiamo potuto portarla al Pronto Soccorso dell’ospedale. Naturalmente a Maura va tutto il nostro affetto e l’augurio che possa tornare a pattinare presto. Abbiamo proseguito alla volta del ristorante “Pane e Tulipani” immerso nei colli vicentini, apprezzando il menù scelto da Mauro. Ripartiti ci siamo scatenati lungo gli ultimi km dando fondo alle residue energie.
Un ringraziamento mega a Mauro per averci ospitati e per la splendida giornata
un saluto a tutti gli skaters che abbiamo incontrato

a presto
kisses and hugs
by Manolo

 LOOK AT... THE PICTURES

L’ERA DEGLI SKATES

>>>

ERA – DAY
ovvero
European Rollers Action – Day

 European Rollers Action - DAY L’idea sarebbe quella di avere una giornata in cui ci si trova,
ogni anno in una città diversa, per manifestare e sostenere
il pattino come mezzo di trasporto ecologico.
Che ne pensate?

The idea would be to have a Day where we can meet each other,
every year not in the same city, to show how rollers
are an ecological means of transport.
What about that?

>>>

SKATE AMARCORD

Un manipolo di una dozzina di gruini, armato della sola voglia di pattinare, è partito sabato scorso alla volta di Bologna, affrontando un temporale che in prossimità della meta oscurava completamente il cielo. Arrivati a destinazione ci siamo riuniti agli inBOskati del luogo che ci hanno accolto a braccia aperte con abbracci e baci dandoci ospitalità nelle loro dimore attrezzate per l’occasione. In serata tutto il manipolo si è ritrovato sui colli di Zola Predosa, nel locale “Nuovo Parco dei Ciliegi” , qui insieme a tutti gli altri inBOskati e non, tra una chiacchera e l’altra, oltre a conoscerci abbiamo potuto apprezzare il menù rustico della casa: il gustoso tris di primi piatti di stagione, le mitiche crescentine, le tigelle, gli affettati misti , lo squacquerone, i sottaceti, il pesto e la nutella. Dopo esserci rifocillati e aver sbevazzato in lieta compagnia siamo scesi in città e abbiamo inBOskato i mezzi. Nel frattempo il cielo aveva smesso di piangere, l’aria era tiepida e questo ha reso il nostro giro in centro molto piacevole. E così tra una pinta e l’altra, senza quasi accorgecene sono arrivate le tre. Poche ore di sonno e siamo già in piedi. Domenica mattina il sole splende c’è ancora qualche nuvoletta ma non ci preoccupa. Alle undici siamo al parcheggio di fronte al cimitero della Certosa. E mentre qualche bolognese va a portare i fiori ai propri cari, noi ci prepariamo per partire. Alle undici si parte, finalmente! Il giro inizia percorrendo le ciclabili della zona che attraversano i parchi e costeggiano il Reno. Verso l’una siamo ai Giardini Margherita dove ci facciamo tutti una bella Margherita e gustiamo i dolcetti che qualcuno ha portato. Questi Giardini sono bellissimi ci sono alberi secolari e c’è un mega piazzale dove i freestylers possono dare sfogo a tutta la loro creatività. Naturalmente qui volare è quasi un must! 🙂
Nel pomeriggio si parte alla volta del Centro storico. Siamo un biscione formato da una settantina di persone che si snoda lungo i portici e attraversa gli incroci con i Bolognesi che guardano un po’ sbigottiti. Quando rientriamo al parcheggio sono le cinque e noi siamo piacevolmente stanchi.
Ed eccoci a casa a ricordarci di ieri e non posso non fare
un grande saluto a Sabin e Marco, Negramaro e Totti che ci hanno ospitato,
ad Elena che con il suo sorriso e le sue spiegazioni ci ha guidato nel Centro storico,
a tutti gli skaters inBOskati e non con cui abbiamo pattinato.

Look at… the pictures: Pattinata a Bologna

a presto
kisses and hugs
by Manolo